Yoshida, presidente di Sony Worldwide Studios: “Nintendo Switch è molto interessante”

Un prodotto particolare indirizzato ad un mercato a parte.

nintendo-switch-2016-billboard-1548

Anche Sony, nella persona di Shu Yoshida, presidente della divisione dedicata ai videogiochi, si congratula con Nintendo per il concetto alla base di Switch. Durante un’intervista di Digital Spy, infatti, escono parole di curiosità ed elogio verso il nuovo hardware in arrivo a marzo. In particolare, Yoshida afferma:

Credo sia un prodotto davvero unico. E’ interessante come abbiano studiato il design del sistema anche per lavorare al meglio su giochi convenzionali, in termini di input e bottoni. Credo sia buono per gli appassionati avere un messaggio di marketing concentrato su di loro. Credo che saranno in grado di coprire e soddisfare un mercato del tutto nuovo, per loro stessi.

Parole rispettose e di facciata, o elogi sinceri e sentiti? Probabilmente Switch ha fatto breccia anche nel cuore della concorrenza.

 

10 Commenti

  1. Ne parliamo a Marzo se sarà un mercato tutto suo oppure il vostro ah ah ah
    Penso che Nintendo sia andata nella giusta direzione cercando di far fruire i titoli home sulla portatile…. il mercato sembra andare in quella direzione.

  2. Sulla base di cosa dici che “il mercato sembra andare in quella direzione”?
    Se guardiamo il successo di DS rispetto PSP o simili, mi sembra proprio la dimostraIone che non basta riproporre lo stesso gioco su uno schermo più piccolo per vendere…

    Personalmente l’unico dubbio che ho di Switch sta nel fatto di non poter usare il display come alternativa al paddone di WiiU…

    • A me pare di ricordare che su PSP ci fossero i brand delle PS3, ma il brand però…. non lo stesso gioco… o magari alcuni giochi erano gli stessi, bho non mi ricordo bene. Ciò nonostante su PSP, già di base l’esperienza era castrata poiché la macchina era molto differente (già per il fatto che gli mancasse il secondo analogico) mentre invece Swich è un solo ed unico sistema… PSP te la dovevi comprare a parte e viceversa. Era tutta un altra cosa.
      E in fine PSP si scontrava col DS e già lì erano dolori.

      Non ho capito bene la tua ultima affermazione però.
      Lo schermo secondario di WiiU poteva essere usato in due modi:
      Off TV e menu.
      Tu a quale ti riferisci? Perchè già l’off TV, anche Switch lo ha, con la differenza che te ne puoi anche uscire fuori di casa per continuarti la partita, cosa che col Gamepad non è possibile fare, dato che bastava anche una semplice parte a schermare quasi completamente il segnale tra gamepad e console.

  3. Intendo il menù.
    L’unica cosa che rendeva la WiiU diversa dalle altre console era il paddone, e rappresentava l’unico potenziale della console. E non certo per l’off tv.

    In questo modo si va invece a sfidare le altre console sullo stesso campo. Facendo pure un passo indietro.

    A meno che switch non rappresenti il successore del 3DS la vedo dura. Per quanto possa intrigarmi switch non riesco a vederci il potenziale…

    • Mha… la differenza con le altre è che fa due cose e nel caso di Nintendo non è poco dato i le sue console portatili sono andate sempre meglio delle fisse.
      C’è chi dice che è il successore del 3DS e chi lo nega dicendo che è il successore di WiiU e viceversa. Per me è il successore di entrambe.

      Se escono dei giochi validi e anche in gran numero, non ci vorrà molto che si farà valere… il fatto che si scontri direttamente con PS4 e One a quel punto non dovrebbe essere così grave, anche perché da come la pone Nintendo, quando dice “noi abbiamo un mercato a parte” sinceramente non l’ho mai vista bene come affermazione. Indirettamente sono sempre in competizione.

    • Giusto per dirtene una: Ho già letto alcuni commenti in cui certe persone dicono di aver giocato solo il primo capitolo di DS e l’idea di poterselo giocare ovunque, fa pendere la lancetta verso la direzione della versione Switch… nel senso che partono inizialmente di comprarsi la console proprio per quella remaster. Sono certo che non o beccato gli unici casi isolati. Il fatto di avere una console in grado di farti fare due cose è un grosso vantaggio….. in fine servono solo i giochi per vedere questo scenario ripetersi anche per altri brand.

  4. Guarda… Io aspetto di sentire il prezzo per vedere se farsi prendere dalla scimmia o meno. Non faccio il pessimista a prescindere.
    Il punto è che superato l’ hype iniziale del trailer la cosa è calata di non poco.
    Pensando per me faccio questo ragionamento: la modalità portatile la userò solo nel caso in cui proprio senta il bisogno di finire una partita dovendo per forza abbandonare la TV, quindi si tratta di un cambio di stanza. Questa caratteristica basta a farmi preferire questa console ad una PS4?
    Allo stesso modo come il doppio schermo del DS non era una cosa indispensabile, con il tempo è riuscito a fare la differenza con le altre portatili, è vero che anche GB e GBA stravendevano ad un certo punto la qualità non basta e bisogna evolversi… La concezione di doppio schermo ha portato alla creazione di giochi che in una console casalinga o in un GB classico non sarebbero potuti esistere. Anche la WiiU con il paddone aveva questa caratteristica.

    Ora se switch rappresentasse l’evoluzione di DS e WiiU significherebbe un passo indietro per entrambe, è un ritorno ad una sfida più diretta con le console rivali.

    E a quel punto valgono solo le esclusive, e il fatto che, guardandosi indietro, le uniche console che sono riuscite a garantire nuovi giochi nel tempo sono le rivali.

    Poi per carità, non discuto sulla qualità dei giochi Nintendo (la grande N con il software ci sa fare!) ma di fatto ancora oggi è possibile giocare a PS3 o X360… Mentre non si può dire lo stesso della Wii.

    • L’hype per Switch è calata dopo il trailer perchè non hanno detto nient’altro, e quel video di 3 minuti ha già riscosso più successo di quanto ci si potesse aspettare.

      Non conosco il tuo caso in particolare, ma mi vengono in mente moltissime situazioni comuni in cui la portabilità di switch la rende preferibile ad una Ps4. Un figlio di genitori separati, che deve fare una settimana a casa di uno o dell’altro, sicuramente preferirà poter portarsi la sua console comodamente tra le due case, cosa che con PS4 e XboxOne è quasi impossibile anche per le dimensioni delle console e dei dischi contro le cartucce. Oppure è l’evoluzione dell’off tv, quando la tua ragazza vuole vedere la finale del Grande Fratello basta che ti porti la console in una altra stanza e continui a giocare, cosa impraticabile con le altre console. Poi bisogna anche considerare il mercato giapponese (quello principale di Nintendo), dove le console fisse stanno scomparendo a favore delle portatili, quindi lì sicuramente Switch verrà vista con altri occhi più favorevoli.
      Se riescono anche ad avere le terze parti, quegli stessi giochi che gli altri hanno avrebbero la portabilità come esclusiva, e non è affatto poco. Partire inoltre ad armi pari con le altre a livello di supporto terze parti sarebbe poi un vantaggio per Nintendo, visto che il discorso si chiuderebbe alle esclusive, e come sappiamo Mario e Pokèmon insieme mobilitano più di quanto possa un Halo o un gioco Naughty Dog possano mai sperare.

      Tornare a competere di più con le altre console mi pare la scelta migliore, visto che il mercato a cui puntavano prima con DS e Wii si è ristretti enormemente.

      Per quanto riguarda il discorso dei nuovi contenuti sulle vecchie console, è per la maggior parte per via delle terze parti, infatti da quanti anni Sony non rilascia un gioco per la PS3? Quelli usciti negli ultimi 3 anni sono tutti da terze parti, e spesso avevano anche la versione per PS4. Le console Nintendo finora hanno sempre dovuto contare solo sul supporto della stessa Nintendo, quindi è naturale che con il nuovo hardware si spostino su di esso e lascino alle spalle quello vecchio, proprio come fanno Sony e Microsoft, solo che con loro si nota meno proprio per le terze parti. Se Switch si rivelasse un ambiente proficuo per le terze parti allora anche lì si avrà un supporto più diraturo nel tempo.

    • “Poi per carità, non discuto sulla qualità dei giochi Nintendo (la grande N con il software ci sa fare!) ma di fatto ancora oggi è possibile giocare a PS3 o X360… Mentre non si può dire lo stesso della Wii.”

      infatti… quindi vedi che alla fine conta anche poco il “distinguersi” se alla fine non portano giochi che interessino.
      Di sicuro non sarà la mancanza del doppio schermo di Switch a creare problemi… sicuramente se avrà problemi, sarà per altre cose e spero di vederne il meno possibile.

    • @mr.Toad:
      Mi sta anche bene una lotta “ad armi pari” in termini di gameplay… Ma se vuoi farla devi essere all’altezza dell’hardware della concorrenza… È decisamente non è il caso di Switch che punta troppo sul fattore switch.

      P.S. Sarà che dopo la storia dei cavi corti del Mini NES mi sento un po’ Cassandra…

      @Nonno Umby:
      Faccio per dire che le presentazioni di PS4 e Xone mi hanno sempre detto poco proprio perché non le ho mai ritenute console da day one, l’offerta è la stessa della old gen con potenziamenti grafici… Che va benissimo, ma non in questo caso se non devi smaltire l’usato vale sempre la pena di aspettare offerte, o modelli con più memoria interna.

      Il video dello switch, posta la questione della portabilità dice veramente poco del resto (o niente)… Penso anch’io come te che basta annunciare un nuovo pokemon per assicurarsi un utenza per sopravvivere e camparci di rendita.

      Cmq sono perplesso sul fattore portabilità in quanto lo reputo un buon optional, ma non un must autosufficiente. Il settore portatile è stato fagocitato da cellulari e tablet… Se un bimbo deve portarsi dietro una console non si porta quella di casa (che se la danneggi poi non ci giochi nemmeno a casa) ma si porta un cellulare o un DS se ce l’ha… Perché un babbo non tecnologico/videogiocatore tra un tablet è uno switch preferirà il tablet (che probabilmente ha già in casa).

      Poi io aspetto il prezzo per vedere cosa fare…