Nintendo Switch: lancio mondiale il 3 marzo

Prezzo suggerito: 299,99 euro.

nintendo-switch-bannerDirettamente dalla conferenza giapponese di stamattina, arriva la conferma di data e prezzo per Nintendo Switch. La nuova console sarà disponibile in Europa, e anche in Italia, a partire dal prossimo 3 marzo (insieme al mercato americano e giapponese). Il prezzo suggerito al pubblico, dedotto da quello stilato in maniera ufficiale per il mercato giapponese (29.980 Yen) e americano (299,99 $) sarà di 299,99 € al pubblico.

Dato l’elevato interesse finora mostrato dal pubblico e la proiezione ufficiale di Nintendo di 2 milioni di console distribuite entro la fine dell’anno fiscale (fine marzo), si raccomanda a coloro che fossero interessati ad accaparrarsi un Nintendo Switch al lancio di preordinarlo al più presto presso i canali di vendita abilitati, come ad esempio GameStop ed Amazon.

162 Commenti

  1. Su Amazon al momento la “versione colorata” sta a 330€. Non proprio noccioline…quasi quanto WiiU. Al momento per me se la possono tenere…il maggior titolo di spicco è Zelda e uscirà anche per WiiU. Penso puntino a più vendite dall’estate in poi con Mario Kart 8 Deluxe prima, Splatoon dopo e con il nuovo Mario per Natale.

    • Sì, l’idea è di avere Zelda al lancio ma comunque avere una serie di uscite più o meno importanti ogni mese, a partire da MK8 Deluxe ad aprile.

  2. Allora riassumiamo.
    Console: 330 euro con memoria da 32 Giga(ridicoli non avete imparato niente dagli errori passati,cosa ci faccio con 32 Giga idioti).

    Una coppia di Joycon 79 dollari
    1 Joycon 49 dollari
    Il controller pro 69 dollari

    Mi pare troppo ragazzi…
    Prezzi troppo alti
    Questi dovevano essere competitivi.

    • Sul prezzo della console concordo (specialmente perché WiiU al lancio costava 350 con Nintendoland), ma non troppo sui controller. Anche quello PS4 costa 70€. Questo ha i sensori di movimento, “quella cosa” che fa capire che gesto stai facendo, quello PS4 ha un touch che il 99% dei giochi usa come tasto select. I prezzi dei controller per me sono TUTTI alti.

    • concordo…troppo alti anche se lo schermo non è resistivo e quindi ha un prezzo più alto. Più che altro io guardo al costo finale finito…non me ne fo nulla di una console senza giochi, quindi se il costo di un gioco è di 70€…il prezzo sarà € 400. WiiU con 350€ giocavi di già. Male…davvero male. Considerando che poi parte dell’on-line si paga…il prezzo lievita. Poi, un secondo controller lo avrei aggiunto…almeno…come WiiU dato con ZombiU. Se a 330€ mi davano Switch come mostrato + un pro controller allora era ok il prezzo.

    • Concordo con Andrea…………………questa volta la console la prenderò almeno dopo che sarà passato 1 anno non prenderò più console al D1

  3. Nintendo questa volta pare essersi sforzata di inserire molte features nella propria console. Ciò premesso, il prezzo non è giustificato. Ho come l’impressione che abbiano voluto strafare e infilare mille cose in un tablet da 6 pollici. Bottoncini, laccetti, sensorini, camera su un controller grande quanto tre pacchetti di gomme da masticare, tasti ovunque, ecc. Mille features che probabilmente nemmeno verrano valorizzate (vedasi GamePad Wii U) che altro non fanno che alzare il costo di produzione, a discapito della potenza tecnica del device.
    Nintendo ha sempre ribadito che Switch fosse da considerarsi una Home Console capace però di trasfigurarsi in portatile all’occorrenza, pertanto Switch è una console che va giudicata nelle sue prestazioni in quanto console fissa e non portatile. In tal caso, seguendo ciò che loro stesso hanno più volte ribadito, pare che la situazione sia desolante.
    Una console forse poco più potente di Wii U, venduta a 400 euro (bisogna ricordare che oltre al pack contenente console ed il resto, bisogna pur giocarci). Io salto. 330 euro incluso un giuoco sarebbero stati ottimali, ma così ciao. Aspetto un annetto come minimo, nella speranza che fino ad allora saranno usciti dei titoli SERI.

    Ma è mai possibile che Nintendo sembri in affanno da 5-6 anni? Mostrano sempre poco alla volta e in maniera vaga, dimostrazione del loro essere perennemente indietro con i lavori. Su qualsiasi cosa. Sempre.

    Retrostudios all’E3? Beh sono messi veramente male se non hanno potuto mostrare NULLA a metà gennaio dello stesso anno.

    Erano buone le premesse. Spero solo che nei prossimi mesi spuntino nuovi titoli come funghi. Sono stanco, da fan Nintendo, di non venir mai saziato ormai. Un tempo sganciavano cento bombe alla volta. Ora ci dobbiamo accontentare di un Super Mario con un design orrendo (persino il logo sembra uscito da un screensaver amatoriale del 1990). Zelda è l’unica cosa veramente e seriamente valida, ma quanto l’abbiamo atteso? Nintendo è in affanno e spero per loro che sia solo una mia impressione.
    Il problema è proprio questo: uso sempre la parola “spero”. È come se Nintendo stia vivendo una crisi d’identità. Sony in un qualche modo riesce ad accontentare i suoi Fans. Nintendo non sembra più in grando di saper leggere i desideri sei propri. Pare che non sappia più trovare un suo ruolo in questa industria. Sono anni che, subito dopo una presentazione Nintendo, mi dico “spero che…”.In un qualche modo non sembra più in grado di sorprendermi, e non sembro essere l’unico. Splatoon? Vogliamo seriamente valutare il peso intrinseco in termini ludico-artistici questo prodotto rispetto ad un Metroid? Gli esempi sono mille.

    Nintendo, “open your eyes”!.

    Da un Fan, semi-deluso.

    • “Sony in un qualche modo riesce ad accontentare i suoi Fans”

      Dovresti leggere qualche forum della concorrenza perché Sony ha deluso parecchi fan in più di un’occasione; recentemente mi vengono in mente The Order 1886, la chiusura di quasi tutti gli studi europei, il visore con pochissimo supporto, la scarsa disponibilità della Pro.

      “Splatoon? Vogliamo seriamente valutare il peso intrinseco in termini ludico-artistici questo prodotto rispetto ad un Metroid?”

      Valutiamolo: uno dei giochi più freschi e innovativi degli ultimi anni, che ha vinto premi ovunque, ha venduto oltre 4 milioni di copie su Wii U e in Giappone è diventato un fenomeno di massa contro una serie che sono almeno 13 anni che non ha niente da dire – e non perché i giochi facciano schifo (MP3 era bello, Other M discreto) ma perché i fans non lo comprano. A volte è giusto andare avanti.

    • “Mille features che probabilmente nemmeno verrano valorizzate (vedasi GamePad Wii U) che altro non fanno che alzare il costo di produzione”
      Vero.

    • Deveroos Splatoon ha fatto talmente incetta di premi in giro per il mondo da far vendere milioni di milioni di milioni di WiiU nel mondo……la gente faceva la fila la notte prima dell’apertura dei negozi per comprarsene una……

    • Splatoon è il gioco più venduto per Wii U dopo Mario Kart 8, New Super Mario Bros. U e Super Mario 3D World. Non solo: per dire, ha venduto più di Halo 5, su una base installata molto più piccola. Ah sì, ha fatto vendere la console specialmente in Giappone, dove ha trainato il Wii u da solo per mesi (fonte: i dati di vendita settimanali di Famitsu).

      Che ti piaccia o no, Splatoon è una delle nuove IP più riuscite degli ultimi anni, e l’attesta l’enorme popolarità che ha nella comunità dell’e-sport.

    • Che ti piaccia o no il WiiU è stato un flop Splatoon o non Splatoon come al solito tergiversi e ti arrampichi sugli specchi non volendo accettare la realtà dei fatti

    • Il Wii U è andato male. Questo non toglie che alcuni giochi abbiano venduto bene. Splatoon è uno di questi. I dati non mentono: una delle nuove IP più vendute degli ultimi anni; ha superato in vendite Halo 5; ed è un gioco popolarissimo nella comunità dell’e-sport. Il seguito era prevedibile perché Splatoon è un gioco di enorme successo.

    • Beh Risso, premiato o non premiato, Splatoon è stato sicuramente una piacevole novità ed indubbiamente il titolo più giocato (soprattutto per longevità) su Wii U. Si è creato in fretta una sua fan base. Lo definirei un gran bel gioco su una console “sfortunata”. Lo considero un titolo con un’enorme potenzialità, se coadiuvato da una buona base installata.

  4. I 32 gb di memoria sono un insulto all’intelligenza umana……per il resto: boh. Ho prenotato Zelda per WiiU, l’unico gioco per me interessante è Mario a Natale per il resto sta cavolo di grafica cartoonesca mi ha rotto, non vedo grandi miracoli che il wiiu non possa far girare.

    • E ci mancherebbe fosse stata confermata pure sta cosa, vedo ben altri problemi che fanno diventare il touchscreen una barzelletta

  5. @Deveroos
    Non riesco a rispondere direttamente sotto la tua risposta con la versione mobile del vostro sito, ergo rispondo così (scusate).

    Non valuto Splatoon in relazione alle sue vendite o al fatto che avrebbe generato un “fenomeno di massa”. Lo valuto in quanto videogiuoco. La passione e la cura certosina per la creazione di un mondo immaginario messa in molti titoli storici di Nintendo non ha nulla a che fare con un giuoco senza impronta estetica e basato sul quasi nulla se non sul multiplayer. Splatoon può e deve esistere come prodotto sostitutivo di brand ormai vecchi che non soddisfano più l’utenza Nintendo nel ambito dei software “tra amici” (vedasi Mario Party e simili), ma non può essere un pilastro da esibire a destra e a manca come simbolo della qualità Nintendo. Intendiamoci: è un giuoco carino ed orizzontale. Nulla di più. Può vendere pure 33 milioni di copie, ma rimane pur sempre un giuochino. Nintendo punta al lucro, fa quindi bene ad avere idee simili, ma non possono essere le (quasi) uniche. Se non riescono a tenere il ritmo di sviluppo per un rapporto di 3 giuochini ogni 1 valido, che lo ammettano e se ne prenda atto. Di certo non starò qua ad elogiare prodotti che sono di fatto semplici giuochini usa e getta (Splatoon non mi pare abbia salvato Wii U da un colossale fallimento). Voglio vedere quanti saremo qui a parlare di Splatoon fra 20 anni… o di Pokemon Go o di Super Mario Run o 1,2 Switch e quella idiozia di Arms. Nintendo ha avuto una fortuna smisurata con Wii, difficilmente potrà preparare il giusto connubio di eventi e situazioni per ricreare quel successo. Loro però ne sono convinti e continuano a picchiare la testa contro il muro. Invece che valorizzare il loro patrimonio videoludico si impuntano nel creare qualcosa di diverso.
    Il miglior marketing sta nel: “crea qualcosa di cui nessuno ha bisogno ma di cui nessuno non potrà più fare a meno”. Con Wii è andata bene. Con Wii U si sono messi lì a caso a creare un GamePad che di fatto hanno usato in maniera interessante in 2-3 titoli per poi rinnegarlo. Con Switch stanno provando a fare un mix di mille cose fatto discretamente.
    Io auguro a Nintendo di venderne 200 milioni, ci mancherebbe. Tuttavia la vera Nintendo sta morendo. Lentamente, al punto che è difficile appurarlo con certezza. Se loro e la massa sono felici di giuocare a giuochini usa e getta di cui si dimenticheranno 3-4 mesi dopo, contenti loro; ma avranno un acquirente in meno. Non ne faccio un dramma, prendo atto che l’intera industria videoludica sta ormai cercando di essere un riflesso della società odierna. Me ne tiro fuori, con senno di poi e felice di essere smentito.

    • Invece può essere eccome un pilastro dell’offerta di Nintendo, specialmente considerando che molta della storia di Nintendo è stata costruita sul multi-giocatore e sul gioco senza particolare trama, ma fondato sul gameplay. Splatoon è l’espressione odierna della migliore Nintendo. Non è un giochino, anzi: è un gioco dalle meccaniche profonde e ricchissimo di possibilità. Io credo che una persona di 35 e passa anni possa trovarlo meno valido di quanto lo sia, ma credo anche che a rimanere con gli occhiali anni Novanta non sia la migliore delle idee.

      Tra l’altro io sono un giocatore d’annata e ho fatto quasi 400km con Pokémon GO – i videogiochi si evolvono, in qualche raro caso rimangono come trent’anni fa, ma per fortuna Nintendo è riuscita a svecchiarsi per certi versi, e questo già dal DS.

    • Io al tuo posto non la prenderei al D1………..secondo me usciranno (nel tempo) altre versioni della console (più memoria o magari dei bundle interessanti)

  6. @Lobo82

    Non ho idea della tua situaizone patrimoniale, ma al di là di questo fattore mi sento di doverti consiliare di lasciar perdere per ora. Nintendo deve recepire alcuni messaggi. Se hai già Wii U è inutile che tu prenda Zelda BOTW per Switch. Cosa te ne viene? Aspettare mesi nell’attesa di qualche titolo valido? E con cosa li ammortizzi i 400 euro di spesa iniziale? Io non ne vedo seriamente il senso, lungi da me di dirti come fare. Cerco solo di mostrare il mio punto di vista, così come chiunque può (sempre che si rimanga in un terreno democratico e di rispetto reciproco).

  7. @Deveroos

    “I videogiuochi si evolvono” è un’affermazione, se permetti, scontata. Considerata la società fluida in cui viviamo e in cui tutto è in divenire. Ciò non deve però trarre nell’illusione che tutto sia inevitabile. Le cose cambiano ma non per questo non tornano al passato. Si ha la presunzione di credere che tutto ciò che sia del domani, sia per forza una correzione e miglioria dell’oggi. Le società umane sono organiche, fallaci e capaci di risanarsi. Quella di oggi è senz’altro una deriva per i videogiuochi, che lo si voglia riconoscere oppure no. Pokemon Go non nasce con l’intento di aiutarti con la salute fisica, ma con quello di sfruttare il nome di un brand. Fine. Non ti lascia nulla né aggiunge nulla alla tua esperienza in quanto videogiuocatore. Ribadisco: voglio vedere quanti tra noi parleranno di Super Mario Run o di Arms ai propri figli. Ma poi… Arms cosa aggiunge all’esperienza Nintendo? Secondo me a questo punto facevano bene a svilupparlo per Wii, così da avere una base ampia su cui venderlo, dato che non aggiunge NULLA di nuovo a nessuna esperienza passata Nintendo (la mia è una provocazione ma spero si sia colto il messaggio).
    Potrete pure gioire o rimanere a fare analisi forzatamente complesse di un giochino come Splatoon e simili, ma rimane il fatto che sono specchio della società odierna e, appurato ciò, sono libero di apprezzarlo o meno.
    Un titolo come Pokemon Go può essere giudicato positivamente solo in relazione a quello specifico modello culturale coevo alla sua uscita. Piace perché va bene ora, domani (anzi già oggi) morirà. È un po’ come tentare di paragonare l’arte contemporanea al Rinascimento. Probabilmente nel 1990 si elogiava fino all’esasperazione alcune estreme opere artistiche ritenute “rivoluzionarie” dalla classica “casta” radical-chic del mondo artistico (potrei fare esempi ma non mi sembra la sede adatta per un discorso di tale approfondimento) e dalle riviste cosiddette “specializzate”. Si diceva: “L’arte si sta evolvendo, fatevene una ragione”. Fesserie colossali. Oggi chi si ricorda di quei personaggi? Chi invece di Michelangelo o Caravaggio?
    Queste domande smontano totalmente la convinzione per cui la storia e le società siano delle curve esponenziali crescenti la cui salita è predestinata e non sovvertibile. Ulteriori fesserie. Il “mondo” è una struttura sociale organica di sovrastrutture che sono in simbiosi ma anche in competizione. Se qualcosa piace alla massa per specifiche impostazioni culturali ed economiche di quel momento, ciò non toglie che oggettivamente tale cosa sia ridicola e scarsa. Per poter determinare se qualcosa è di qualità non si può prendere in analisi solo quanto “piaccia” o “venda”. Altrimenti si finisce per ritenere buono solo ciò che in maniera frivola ti fa divertire per qualche minuto. Sottolineo a questo punto che Splatton potrà pure assolvere bene la funzione di giuochino per svagarsi una sera a settimana con gli amici, ma tanto è. Nulla di più, nulla di meno. Occorre quindi un metro di paragone per determinare la qualità di un prodotto e occorre che questo venga estrapolato dalla sua epoca e giudicato in maniera razionale. Il risultato di questo processo non può che essere un riconoscere la banalità dei titolini a cui Nintendo sempre più spesso ci sta abituando. Contenti voi/loro/chiunque non senta dentro di sé una forma di malinconia e di perplessità di fronte a questo presente.

    • Io la penso diversamente. Sì, Pokémon GO è il gioco del 2016 che ricorderemo fra vent’anni, e lo dico con sicurezza; è il gioco che anche se per poche settimane ha fatto giocare contemporaneamente e per strada 500 MILIONI di persone (questi sono i numeri dei download nel primo mese); è un gioco molto popolare ancora oggi, essendo tra quelli che guadagnano di più su App Store e Google Play ma la scorsa estate aveva raggiunto un livello di popolarità tale da entrare di diritto nell’olimpo dei giochi che, piaccia o meno, la gente ricorderà (anche coloro che non giocano tradizionalmente). Così come fra 30 anni, quelli che ora sono bambini, ricorderanno Minecraft; e magari fra 5-10 anni, quelli bambini nel 2006-2007 ricorderanno Nintendogs e Wii Sports.

      Non sono d’accordo con il discorso, in ogni caso, perché è parziale e vede solo una parte dei fatti. Per dire, chi si ricorda nel 2017 di giochi di Nintendo come Doshin the Giant (2004 o giù di lì, GC), Jet Force Gemini (1999, N64), StarTropics (NES, 1990)? Nintendo è una compagnia enorme, produce e sviluppa decine di decine, alcuni verranno dimenticati, altri se hanno qualità verranno ricordati. Pensa che c’è ancora gente che snobba Animal Crossing, quando è una delle serie di Nintendo attualmente più amate e di successo.

      Il tuo discorso mi sembra molto classico dell’erotismo videoludico per cui il videogioco dev’essere à la Metroid (single player, maturo, difficile) altrimenti è qualcosa che verrà dimenticato. La verità è che Nintendo è famosa per Mario, Pokémon e sì, Wii e DS. Il resto è fatto di videogiochi che hanno appeal limitato, ogni tanto possono esplodere o ri-esplodere (come Fire Emblem, Luigi’s Mansion su 3DS, o Donkey Kong Country su Wii) ma hanno i classici cicli. Anzi, è rimarchevole che Nintendo porti avanti ancora serie che nello scenario odierno non hanno più nulla da dire, come Star Fox, Chibi-Robo, Pikmin – e questo solo per far contenti i fans storici.

      Più roba come Splatoon, e meno roba come Metroid (PS: si rumoreggia un Metroid sia in sviluppo, comunque).

  8. Pro:
    cosole + portatile 2in1
    region free
    i joycon con il miniguscio diventano 2 controller completi e abbastanza ergonomici
    Il ritorno di Travis (No more heroes)
    Mario
    Zelda
    Xeno

    Contro:
    Hardware penoso sembrava quasi peggio di WiiU, ma spero di sbagliarmi
    Prezzo alto per quell’hardware penoso
    On line a pagamento
    Pochissime 3° parti
    Mario graficamente era di una pochezza imbarazzante
    Skyrim e FIFA graficamente imbarazzanti (e qui si iniziano a vedere i problemi dell’hardware nvidia)
    Io volevo 2 Joycon blu

    L’hype già minato dopo aver saputo che montava hardware nvidia è stato distrutto da una presentazione che a tratti mi ha fatto vergognare di essere Nintendaro, non lo comprerò di certo al d1, ma solo se lo troverò fortemente scontato 🙁

    • da dove lo deduci che l’hardware sarà scadente? Dai rumor? no perchè i rumor ti dicono pure il contrario se per questo

    • Il chipset è un tegra, e nemmeno l’ultimo, ma il vecchio custom, ebbene, è un chippetto per tablet o roba portatile e nulla più.
      Ed infatti, in portabilità nessuno può dire nulla, ma attaccato al televisore è evidente che è sottoperformante.
      La stessa cosa l’ha detta oggi digitalfoundry, io era da un pò che lo dicevo, vediamo se ora che lo dicono loro, che non sono i primi pirluga che passano, diventerà un dato di fatto o no.
      Per la conaca, Zelda WiiU 720p 30fps, Zelda Switch 900p 30fps, fai le tue considerazioni.
      L’unico modo per avere qualcosa di decente era avere tipo una APU per il portatile e in uno schermo da 720p basta e avanza, e una gpu nella dock che da potenza extra quando si attacca la console alla tv.

    • Ripeto da cos alo deduci che l’hardware sia scadente? E sopratutto non l’ultima versione dei tegra? No perchè se vuoi parliamo di aria fritta visto che 1 digital foundry basa le sue speculazioni su un rumor di un insider. 2 questa pagina alla voce tegra P1 https://en.wikipedia.org/wiki/Tegra riporta questo http://segmentnext.com/2016/08/17/report-nintendo-nx-is-using-tegra-x2-chip-more-powerful-than-x1/. Poi se cerchi su internet esce anche questo http://www.eurogamer.it/articles/2016-11-28-news-videogiochi-rumor-nintendo-switch-piu-potente-di-xbox-one. Come vedi aria fritta. Quindi basta fare DISINFORMAZIONE

  9. Guarda che Splatoon è un bel gioco e ha vinto il premio come miglior sparatutto 2015

    Lo so che Metroid è più bello, ma che c.entra?
    Anche Mario kart è simile a splatoon,partite veloci multiplayer di pochi minuti
    È per questo un giochino?
    Non credo proprio, Mario kart è un gran gioco molto divertente e lo stesso vale x splatoon

  10. @Pinkfloyd

    Sia chiaro, forse non l’ho sottolineato a sufficienza: un giuoco non deve escludere l’altro. Ben vengano i vari Splatoon, Wii Sports, Arms, ecc. Il mio timore è che, come sta lentamente accadendo, il peso specifico di questi titoli nella libreria Nintendo aumenti sino a non lasciar spazio per certi storici titoli della grande N. Tutto qua. Non mi considero nessuno per dire cosa deve o non deve fare Nintendo, ma in quanto loro cliente e consumatore, ragiono sulla via che sta prendendo.

    • Pur avendo speso ore a giocare a Splatoon non posso che darti ragione. Il problema è che Nintendo è un’azienda e giustamente un’azienda guarda al profitto. Per fare un metroid investi 100 e ricavi si e no 75, con splatoon investi 40 e ricavi 120 quindi è logico che un’azienda in difficoltà come nintendo punti a massimizzare il profitto. Nel momento in cui si rimetterà in piedi deciderà di investire anche su progetti meno remunerativi. So che la cosa non è il massimo ma è così che funziona. Negli ultimi anni pochi giochi di un certo spessore narrativo hanno venduto bene su console nintendo, forse solo xenoblade.

    • Concordo con te. Inutile prenderlo ora. Certo è che la limited di zelda per switch attira non poco…e per alcuni (come anche il sottoscritto) poterlo giocare in mobilità senza tv, portatile, è una cosa molto attrattiva. I giochi presentati però mi son piaciuti e credo che Nintendo faccia bene a sperimentare nuove strade e non rivangare sempre sui classici, soprattutto il Mario che non sta solo nel regno dei funghi…anche se temo che ciò potrebbe non piacere ai più attaccati al classico…e difatti da come disse Nintendo una volta, che molti prediligevano ancora il Mario Bros, pensavo in un nuovo titolo 2d portatile. I giochi nuovi però non è detto che non possano diventare classici e nuove icone Nintendo. Il prezzo però è oltremodo alto. WiiU rimandata a Natale 2017 se non al 2018, tutto dipende dalle offerte delle catene di negozi. Dicessero “Portaci la tua WiiU e 2 Giochi e ti diamo Switch a 50€” forse ci starei…ma tanto ciò non esiste…che poi vorrei poter trasportare i giochi wiiU su switch…spero che riscaricare i giochi comprati su wiiU su switch sia possibile. Dai, vedremo più avanti se avrà avuto ragione Nintendo o no.

  11. Ciò detto: Nintendo Switch non mi ha mai particolarmente esaltato e le uniche incognite che potevano farmi cambiare idea (ovvero prezzo, giuochi e hardware) mi hanno deluso in parte o in misura grave. Un appunto va fatto per l’ultima incognita, sulla quale aspetto ancora per esprimermi, anche se non si preannuncia nulla di buono.

  12. @Deveroos

    Pokemon Go verrà ricordato solo per l’impatto commerciale che ha avuto nei libri di marketing e forse in una qualche triste rubrica in cui si elencheranno i numeri di persone decedute mentre ci giuocavano. Non verrà analizzato, studiato e ricordato nel merito del giuoco in sé.

    • Questo non puoi dirlo; se la gente ci ha giocato per settimane è perché ha divertito, ha permesso di provare un’esperienza nuova, cioè portare nella realtà un gioco e permettere di incontrare persone con la stessa passione per caso.

      Peccato tu abbia questa visione nichilista del mercato videoludico dove solamente i videogiochi che piacciono a te possono essere ricordati perché divertenti o di qualità.

  13. @Deveroos

    Peccato che tu non abbia letto ciò che ho scritto…
    Ho ribadito più volte che non c’è nessun problema per l’esistenza di tali titolo e ho pure sottolineato che possano essere considerati divertenti. Il problema sta nel bilanciamento, che va di mano in mano in favore di maggiori giuochini usa e getta come riflesso della società contemporanea. Ciò che verrà ricordato o meno, non lo determino né io né lo determini te. Staremo a vedere :). Di certo rimango perplesso quando una persona della tua cultura videoludica fa intendere che un giuochino come Pokemon Go passerà alla storia grazie alla sua qualità in quanto giuoco e non come mero successo commerciale.

    In ultima istanza, io non ho determinato cosa sia di qualità in termini assoluti o cosa non lo sia. Ho espresso la mia visione delle cose che, come la tua, è solo un frammento del ventaglio che costituisce la realtà. Non ti impogno di concordare con il mio approccio di valutazione di un giuoco, né a te né a nessuno, né nego che ci si possa sollazzare con alcuni dei giuochini che abbiamo citato durante questo dialogo. Pertanto, la tua ultima analisi “Peccato tu abbia questa visione nichilista del mercato videoludico dove solamente i videogiochi che piacciono a te possono essere ricordati perché divertenti o di qualità.”, cade. 😀

    • “un giuochino” successo come videogioco, perché piace alle persone che ci giocano, e le diverte. Le due cose non si possono scindere così facilmente.

    • E come li definiresti verosimilmente? Sono dei giochi che funzionano con un video quindi videogiochi. L’unico che non si può considerare videogioco secondo me è 1, 2 switch che come dicono pure loro non ha bisogno di schermo. Bastano due cronometri e vedere chi dei due ferma prima il tempo.

    • @Mardraum: in 1-2 Switch, il minigioco del pistolero è solamente un esempio delle tante attività possibili (come puoi capire dal trailer nella news dedicata). Hanno semplicemente scelto quello di comprensione più immediata. L’idea di svincolare un videogioco dai canoni classici e tirarlo fuori dallo schermo del televisore è per me un’idea divertente.

    • Si ma capisci che fare un trailer con i pistoleri e le musiche morriconiane faceva pensare a un gioco stile red dead redemption e invece ci troviamo 1, 2 switch. In quello stesso momento il gioco è finito nella mia lista nera e difficilmente ci uscirà.

    • Ragazzi, bisogna però capire che tutti i gusti devono essere soddisfatti. Se giochi più “leggeri” come 1,2 Switch e ARMS non vi garbano, avete comunque Zelda, avete Xenoblade, avete Mario, avete Fire Emblem Warriors e altri ancora. Non siete obbligati a possedere ogni gioco uscito su ogni console.

    • Chiaro, ma il mio problema è che come hanno mostrato il trailer pensavo davvero ad un gioco simile a red dead redemption o proprio a red dead redemption e invece mi sono trovato 1, 2 switch che per quanto innovativo non incontra i miei gusti e quindi ci sono rimasto male. Lo so problema mio però…

    • Questa discussione su cosa è videogioco e cosa no mi sembra venga direttamente dal 2006. E mi dà l’idea che molte persone abbiano ancora l’idea (immatura a mio avviso) che un videogioco debba essere come vogliono loro e guai mai che esistano videogiochi più spensierati e meno profondi per un pubblico più vasto.

      Poi magari sono gli stessi che NON comprano Bayonetta, NON comprano Pikmin, NON comprano Fire Emblem. Anzi, sono praticamente certo che sia così – alcune persone vivono nell’idea di non essere soddisfatti da Nintendo non cogliendo quanto Nintendo possa offrire (nella sua evoluzione del tempo). Si arrabbiano che Nintendo fa Wii Sports ma li hai mai visti giocare ad uno dei giochi più “hardcore” che abbia mai sviluppato come Sin and Punishment? Seee.

  14. In bocca al lupo a Nintendo! Non apprezzo totalmente le scelte che stanno attuando, ma nemmeno le diniego del tutto (come ho ribadito fin’ora). Qualcosa di bello c’è, ma è davvero poco. Viva Zelda BOTW. Vediamo questo nuovo Super Mario Odissey cosa ci darà. Per ora vedo un tremendo gusto estetico nella costruzione delle ambientazioni, ma è presto per dirlo. In bocca al lupo Nintendo, mi auguro che sarai capace a darmi motivo di tornare sui tuoi gadget e sulle tue console in futuro! 😀

  15. Day One per me.
    I 32 gb non sono neanche interni, è una microds che potete benissimo cambiare immediatamente ( cosa che farò ). Prezzo più che giusto, non è ne troppo alto e ne troppo basso, si adatta alla concorrenza. I prezzi dei controller facendo la valuta in euro vengono 60€, quindi alla fine tutti i prezzi sono come la concorrenza.

    • Ho visto che sul retro della dock c’è una presa usb, magari si potrà usare hard disk esterni.

    • Eh certo difendiamo la mancanza di memoria, che serve un piccolo hd da 250 gb quando puoi avere tante piccole schedine sparse per casa? 😀

    • I 32 giga di memoria secondo me sono riciclati da WiiU ma in ogni caso sono piuttosto uno standard nei dispositivi tipo table o cellulari sebbene se ne trovino anche con 64.

    • Si ma anche i controller della concorrenza sono cari e se si vuole più memoria bisogna spendere altri soldi

    • Si ma siamo anche nell’era degli acquisti in digitale. Ci sarà gente che preferirà comprare il gioco in digitale o no? Peraltro hanno annunciato l’online a pagamento, quindi si presume venga rivisto completamente l’eshop.
      Ora immagino già le risposte “beh gli colleghi um hd come per WiiU”, eh grazie ma possibile che occorra ogni volta far le stesse cose?

    • Si ma se colleghi un hd ti devi portare in giro un carrello se la vuoi usare fuori casa. Spero supporti le sd da 128 giga così si può stare tranquilli per un po’.

    • Eh ma è proprio quello il punto, la portabilità. Per una console di questo tipo converrà molto di più prendere le copie fisiche visto lo spazio esiguo, ma siamo poi sicuri che i giochi non richiederanno comunque delle patch?

    • non ho letto tutte le specifiche quindi potrei dire una cavolata…ma non può essere che prediligano le schede di memoria proprio per la portabilità? Cioè, se su controller-console-portatile si può inserire una scheda di memoria…e su questa ci sono 2/3 giochi scaricati da e-shop…non è meglio che avere un hd esterno da portarsi in giro?? Ed i 32gb non sono già di per se necessari come inizio per avere con se già diversi indie games da portarsi dietro? Mettervi 1Tb di memoria poi, non avrebbe fatto lievitare maggiormente il prezzo? Perché solo io non vedo un difetto nell’avere una memoria piccola visto che oggi come oggi va tutto sulla nuvola??

    • Sia chiaro, io non voglio difendere quasta scelleratezza di aver dato solo 32Gb di spazio di archiviazione, ma solo che spero che potrò riutilizzare l’hard disk esterno che ho sul WiiU.
      Io ripeto che dal punto di vista hardware non ne hanno azzeccata una.

    • @Sheykan: il cloud funziona se hai una console che si possa connettere autonomamente alla rete, in questo caso quando sarai fuori casa, dovrai farti da ponte col cellulare, e ti voglio vedere a scaricaricarti un gioco quando hai 1/2 gb di dati al mese.
      Esistono anche le mezze misure, 32gb sono troppo pochi, 1 Tb è pure troppo, ma già 256Gb erano un’ ottima base.

    • Switch supporta microSD fino a 256GB. Considera che non richiede l’installazione obbligatoria dei giochi quindi è un buon compromesso.

    • perchè inserire un disco magnetico in una console portatile secondo voi è possibile? Ogni tanto pensate a ciò che scrivete?

    • @Cecil: è sottinteso che l’hard disk si userà solo a casa collegato alla dock, talmente scontato che è sorprendente e preoccupante il fatto che lo chiedi pure…

      A casa ci stà che uno voglia tutta la softeca subito disponibile, mentre in mobilità dato che più di 3 ore di gioco la vedo dura (a detta di Nintendo giocando a Zelda si ha 3 ore di autonomia), non serve avere tutto dietro.

    • Veramente siete voi i primi a lagnarvi sulla memoria. Ma credete davvero che per 300€ vi avrebbero INSERITO una memoria FLASH (si perchè non sono semplici hd le memorie interne dei dispositivi mobili) di 256gb? Quando gli smarthphone di taglio 128gb di memoria interna vengono sui 1000€? Ma davvero credete alle favole? No perchè ovvio che ps4 e xobox one offrano tagli di memoria enormi a prezzi stracciati, usano hd scadenti da 20€, un minimo di competenza su certi argomenti bisognerebbe averla frequentando siti di videogiochi sennò si finisce a chi urla più forte sparando idiozie

    • Cecil vuoi la mia con tutta la mia ignoranza tecnica ma non di fantasia?
      Se io fossi stato in Nintendo al reparto idee e soluzioni innovative avrei avuto quesat pensata.
      Ok non puoi mettere il disco magnetico in una portatile.
      Sacrosanto e vero!
      Allora avevo 2 soluzioni:
      1)La più semplice.
      Includo dentro una sd da 250 e passa Giga,ok non è tantissimo ma salvo le chiappe a tutti quelli che scaricheranno in digital,salverano aggiornamenti,dlc ecc
      La metto dentro dentro al prezzo attuale perchè sono con le pezze al culo, Sony e Microsoft mi stanno distruggendo,non faccio l’esosa.
      2)Soluzione 2, più fantasiosa ma fattibile.
      I giochi sono su card giusto?
      Bene metto card capienti così il gioco occupa solo una parte della memoria della cartuccia e la rimanete parte di memoria la uso per salvare i dlc,agggiornamenti ecc direttamente sulla cartuccia,in modo tale che su ogni cartuccia ci sia tutto senza intaccare la memoria interna della console.
      Sono idee le mie, anche pazze, ma non vedo in Nintendo la brillantezza di idee folli e pazze che sconvolgerebbero le regole

  16. Io rimango sempre esterefatto, e ormai succede da anni, quando vengono considerati “videogiochi” questi moderni giochi dell’oca. Dai vari Nintendogs, ai Wiisport, ai Nintendoland, ora pure Pokemon go e Mario run.
    Ora Splatoon sta passando da uno sparatutto (e in parte ci può stare) ad addirittura gioco sportivo.
    Rimpiango i vecchi tempi dove videogiocare era sì considerato da nerd ma i videogiochi avevano caratteristiche ben precise. Ora invece si esalta un gioco chiamato “braccia”……il prossimo sarà “cacca”?

    • In parte concordo con te però c’è anche da dire che molte persone non si sarebbero mai avvicinate al mondo videoludico senza giochi immediati. Prendo per esempio mia madre che negli anni ’80/ ’90 giocava ai vari tetris, mario bros, pac-man, bubble bubble ecc… Con l’arrivo del 3d si è trovata completamente spaesata e ha smesso di giocare. Adesso ha ripreso a giocare con i vari candy crash e quant’altro. Quindi esiste anche un certo tipo di utenza che apprezza i giochini immediati e che non pretendono un impegno costante. Io dal lato mio preferisco senza ombra di dubbio giochi con una trama elaborata però mi capita che dopo 12 ore di ricerca in università preferisca non giocare Layton ma a Splatoon per svagare un po’ il cervello.
      Per quanto riguarda arms non mi è sembrato il gioco più bello del mondo ma hanno fatto vedere poco e non giudicherei quanto visto come risultato definitivo, magari si rivelerà essere un picchiaduro piuttosto gradevole e un po’ diverso.

    • Mah io una robetta così l’avrei inserita come giochino di base stile Wiisport.
      Invece so già che diventerà il miglior titolo sportivo di sempre 😀

    • Forse io avrei inserito 1,2 switch. Non credo che arms possa essere un titolo di testa però starei a vedere con informazioni più precise alla mano. Per adesso si sa poco anche se sembra una versione futuristica e migliorata del pugilato di wiisport.

    • Forse dovresti aprire gli occhi e guardare cosa succede nel mondo, invece di decidere per il mercato stesso cosa debba essere un videogioco oppure no – tra l’altro facendo l’ennesima figuraccia di non ricordare come i giochi à la Wii Sports o Super Mario Run esistevano anche venti o trent’anni fa (Nintendo fece persino una serie di sportivi “casual” per NES, semplicemente chiamati Golf, Tennis e così via).

      Ah, Splatoon è un gioco popolarissimo nell’e-sport, i suoi tornei hanno avuto un enorme successo, ed è probabilmente il gioco più moderno di Nintendo degli ultimi dieci anni. Se non ci hai mai giocato pazienza, ma il mondo videoludico moderno è fatto anche di Minecraft, Overwatch e Clash of Clans, non solo di serie di nicchia che nessuno conosce.

  17. Per non parlare dell’utilissima e sicuramente essenziale ed implementatissima funzionalità della “vibrazione HD”! Sarà sicuramente implementata da centinaia di videogiuochi che ne giustificheranno l’esistenza.

    …e intanto il prezzo della console sale… Bah, poveri noi.

    • Beh, che il prezzo sia giustificato oppure no è un discorso, però il gameplay si evolve anche grazie a queste trovate ed innovazioni – la stessa vibrazione fu vista con sospetto quando fu introdotta anni ed anni fa.

  18. Ma che stai a di?
    Pong era banalissimo come gioco, era un gioco Dell oca?
    Era un grande videogioco invece.
    Tetris?
    Pure
    Un gioco non deve per forza essere complicato.
    Il target di Nintendo è da 0 a 90 anni
    X forza devono fare anche giochi semplici che possano piacere anche a mia nonna

    Ma è sempre successo, anche negli anni 80 o 90
    Non c.erano solo giochi che rispettavano certe caratteristiche ma i giochi casual ci sono sempre stati

  19. Ce ne saranno a migliaia di “giochi dell oca” fatti negli anni 70, 80, 90, 2000
    Non te li ricordi perché non ti interessavano e giocavi a giochi più impegnativi ma di giochini ce ne sOno sempre stati in quantità industriale, sia in sala giochi, sia nelle conosce che sugli home computer

  20. Oh caro pink quanto mi sei mancato.
    Meglio non andare oltre secondo me dal momento in cui mi paragoni giochi come Tetris e Pong definendoli “semplici” a gioconi attuali come Arms, Pokemon go e Mario Run.
    Il dubbio è che tu non abbia compreso il senso del discorso: non parlo di semplicità ma di contenuti.
    Splatoon pur non piacendomi ha una certa componente tecnica, dei canoni precisi…..insomma è un videogames.
    1,2 coso lì, Mario Run, Nintendogs…..oddio ma davvero stiamo facendo certi paragoni?

  21. La cosa che non mi torna del tuo discorso è che tu affermi che i giochini, anche orrendi per carità, tipo 1-2 ecc una volta non c erano ma c.erano solo giochi “veri”

    Io invece sostengo che giochi orrendi ci sono sempre stati solo che tu non te ne ricordi.

    Non mi risulta che ai vecchi tempi che tu rimpiangi certi giochi non ci fossero.
    C.erano eccome, molto più brutti di Nintendogs, Mario Run ecc
    Se non mi credi ti posto i video ☺

  22. Nella mia visione del momdo dei videogiochi io vedo due grandi categorie. Nella prima vi sono tutti quei giochi in cui l’elemento cardine è l’abiltà del giocatore, per intenderci coordinazione mano occhio. Vi abbiamo i vari giochi sportivi, i picchiaduro, sparatutto, i giochi di auto ecc. E poco importa che il gioco versi sul lato simulativo (gran turismo) o arcade (mario kart), alla fine il succo è senpre premere il pulsante giusto al momento giusto. In questa categoria un gioco piace piu di un altro semplicemente per appeal e capacita personali nell eseguire certe azioni piuttosto che altre. Initile dire che tattica e strategie sono sempre presenti in giochi di questo genere.

    L’atra grande categoria è composta da quei giochi in cui tale componente è messa, in parte, di lato, in favore di una componente intrattenimento piu marcata e profonda, insomma quei giochi in cui la trama, i personaggi e le ambientazioni diventano il punto cardine, e dove anche il gameplay assume connotati piú cerebrali se vogliamo. Parliamo quindi di gdr e avventura.
    Queste per me sono le 2 grandi categorie di videogiochi, ma ne esiste una terza, che per me sta al di sotto delle due già esplicate perche non offre per la sua stessa natura la possibiltà di provare la soddisfazione e le emozioni che possono scaturire dai giochi delle prime due categorie, ma ha comunque la sua bella funziona, ed è quella in cui faccio rientrare tutti i party game e le app per cellulare.
    1,2,switch appartiene a questa categoria. Esso è lo “wii sport” di quest nuova console, e ci sta tutto.
    Una volta che lo si prende per ciò che è a mio avviso non gli si possono che muovere, teorici ancora, elogi. L’idea è molto simpatica e sono sicuro che sarà divertente giocarci in gruppo e in famiglia.
    Per il disocorso che ho letto: rimarra nella storia o è da considerare un gran videogioco? Certamente no, come non lo è pokemon go (al quale gioco), ne nessun titolo che faccio rientrare nella terza categoria. Sono giochini buoni solo a passare un pò di tempo senza il minimo impegno, non so se tra dieci ce ne ricorderemo ma sicuramente non lo faremo pensandoli come ai capolavori di questi tempi. Il mio pensiero qui si accosta a quello di gubezz.

    Io sono rimasto tutto sommato soddisfatto dai giochi presentati. Ni spiace non sia stata presentata nessuna nuova ip per quanto riguarda i giochi più seri, ma avrò xenoblade e zelda 😀

    Ció che invece non mi piace è che la componente portatile è da pensare solo come ad una comodità nel giocare conunque in stile home console, non ho visto cioè titoli da console portatile come può essere per esempio pokemon. Non so voi ma io non ne ho amici con cui riunirmi per giocare tutti assieme a splatoon dal vivo, quindi da me verra vissuto solo come un paddone del wiiU potenziato.

    • L’ho pensato pure io, ma di sicuro non sarebbe stato all’altezza.
      Faccio conto che ARMS sia già uscito e che questo sia il 2. Se poi come credo implementeranno anche l’online, (dato che ora ce lo mettono pure a pagamento, non possono proibirsi il multigiocatore) allora penso ne esca veramente un bel progetto.

    • Guarda… Io ho spulciato tutti i giochi di boxe usciti per Wii, per trovarne uno con la giocabilità di wiiboxe, ma con più profondità… Solo ciofeche!

      È wiiboxe era già avanzato! Per cui trovo anacronistico questo ARMS (che probabilmente mi piacerebbe anche).

      Peccato anche per 1-2 che dovrebbe essere venduto come wiisport.

      Per il resto grandi dubbi per l’online a pagamento… Per come mi ha abituato la nintendo con la Wii, il solo pensiero mi fa rabbrividire. Bisogna che capiscano bene cosa significa “online a pagamento” nel 2017…

    • ARMS si può comunque anche giocare col controller normale quindi se non ti piacciono i sensori può essere visto come una nuova IP di Nintendo in un ambito dove non era molto presente a parte Smash e cioè i picchiaduro.

    • Si dissero più o meno le stesse cose su Splatoon… il fatto è che per ora di questo ARMS abbiamo visto solo il guscio.
      Aspetto una Direct.

      però su una cosa sono d’accordo con te: Trattandosi di una nuova IP proprio di Nintendo (già annunciata qualche mese fa) mi aspettavo di vederlo accompagnare il lancio insieme a Zelda.

    • Eh… per forza di cosa ora c’è roba nuova di cui discutere… prima non c’era nulla di nuovo

  23. No, Mr toad.
    Io appena vidi splatoon pensai è bellissimo e lo stesso mio nipote di 12 anni.

    Arms sembra carino ma non mi sembra una bomba come divertimento come Splatoon

    Poi sono gusto
    Arms ha il vantaggio che assomiglia a wonderful 101 come stile grafico
    Se lo facevano i Platinum allora su che era una bomba

    • A me inizialmente Splatoon mi era sembrato orribile e mi dava sensazione di noia al solo pensierodi giocarci, poi dopo un mese dalla presentazione WOW!
      Ma anche nei forum inizialmente non mi pareva che ci fosse chissà quale entusiasmo

    • Penso che si possa giocare in 8 solo ed esclusivamente con 8 console, così come succedeva col 3DS.
      mentre per il multi locale, a seconda del gioco è possibile anche in 4.
      Nella Tree House hanno fatto vedere un gameplay di Mario Kart 8 e stavano giocando in 4 nella battaglia. 2 Joy-Con + due controller normali se non ho visto male

  24. @Deveroos

    “Questa discussione su cosa è videogioco e cosa no mi sembra venga direttamente dal 2006. E mi dà l’idea che molte persone abbiano ancora l’idea (immatura a mio avviso) che un videogioco debba essere come vogliono loro e guai mai che esistano videogiochi più spensierati e meno profondi per un pubblico più vasto.
    Poi magari sono gli stessi che NON comprano Bayonetta, NON comprano Pikmin, NON comprano Fire Emblem. Anzi, sono praticamente certo che sia così – alcune persone vivono nell’idea di non essere soddisfatti da Nintendo non cogliendo quanto Nintendo possa offrire (nella sua evoluzione del tempo). Si arrabbiano che Nintendo fa Wii Sports ma li hai mai visti giocare ad uno dei giochi più “hardcore” che abbia mai sviluppato come Sin and Punishment? Seee.”

    Quando assumi questo atteggiamento sbagli e “perdi” sempre… Peccato. Appena non riesci più a sostenere una tesi inizi a cianciare con fare delirante in merito a cosa gli altri fanno.

    Non credo tu sia un indovino o un mago, pertanto trovo assurdo il tuo decretare cosa io e altri che come me non sbavano dietro quasi ogni trovata di Nintendo

  25. Scusate, ho premuto “lascia un commento” inavvertitamente.

    Riprendo.

    Non credo tu sia un indovino o un mago, pertanto trovo assurdo il tuo decretare cosa io (e altri che come me non sbavano dietro quasi ogni trovata di Nintendo) giuochiamo nel nostro tempo libero. O cianci attorno al nulla o è il caso di iniziare a chiamarti “Divino Sooreved” in onore del “grande” Divino Otelma. Spero per te che sia la prima. Anche se in nessuna delle due variabili ne esci bene…

    Prima di decretare cosa io altri giuocheremmo secondo te, conta fino a 10. Vedrai che in questo modo eviterai di apparire frustrato e reazionario. Grazie comunque per lo scambio di opinioni. Quando però si entra in terreni non democratici e si assume toni fanciulleschi, io me ne tiro fuori. Buon bisticcio 😉

    Grazie per il lavoro di informazione svolto.

    • Il mio discorso è per dire che io promuovo una visione INCLUSIVA del mondo dei videogiochi – non mi arrogo il diritto di dire cosa deve essere considerato videogioco oppure no. Non mi dà fastidio se mia mamma gioca a Candy Crash Saga – per me rimane un videogioco, che fa il suo dovere, per un particolare tipo di pubblico. E questo non mi toglie di giocare Hotel Dusk o Resident Evil. Ergo non capisco il discorso che vuole escludere alcuni videogiochi perché non rispondono determinate caratteristiche – molto spesso chi lo fa poi non apprezza né acquista i videogiochi più indirizzati a loro, come dimostrano i dati di vendita.

  26. Premessa:
    A me la gestione degli accessori da parte di N ha fatto sempre venire il nervoso… Accessori a caso usati per 2 giochi e poi abbandonati.

    Per questo il N switch mi fa strano: è gestito in modo da essere un accrocchio di accessori. I pad hanno una marea di caratteristiche fighe quanto inutili. I 2 pad che millantano in realtà sono 2 mezzi pad in quanto funzionano solo per pochi giochi (o i virtuale console).

    Aggiungiamo che non lo userei mai in modalità portatile… Se la rivoluzione del videogame è questa, io passo!

    Sicuramente a questo prezzo!
    Per renderla apprezzabile dovrebbe scendere a 250€ con 1-2 compreso.

  27. @lamarmotta

    Considera poi che chi afferma con legerezza “esistono pure microSD fa 256 Gb” non si rende conto della conseguenza di questa asserzione.

    Switch 330 euro + giuoco X 70 euro + scheda microSD 256 Gb 100 euro per una di qualità (e sono pure stato gentile)= 500 euro per poter avere il minimo sindacale.

    Una console monca, debole (il salto tecnico è più o meno come quello tra Gamecube e Wii), dotata di mille funzionalità NON accativanti, che non aggiunge NULLA di nuovo a nessuna esperienza videoludica viata fin’ora e potrei star qua fino a domani ad elencare punti controversi.

    Mi viene da “ridere”… Nintendo è seriamente convinta di poter fare la Apple del suo settore. Peccato che non abbia la stessa capacità nel produrre software system, strutture online, hardware competitivo, ecc. Ciò nonostante vive tale illusione.

    90 euro per i Joy-Con. Ridicolo.
    90 euro per la Dock. Ridicolo.

    Per fortuna navigo in buone acque, economicamente parlando. Questa però, è questione di principio.

    • Completamente d’accordo.
      Dal momento in cui non si vuole competere con Sony o MS sulle prestazioni, e ci si vuole ricavare un posto di nicchia di fianco a queste “sorelle grandi” bisogna competere almeno sul prezzo…

      Le prime ps3 costavano una follia, era più facile piazzare una Wii anche con un hardware più datato. Ora la concorrenza vende console last gen 1.0 a prezzi ridicoli con giochi o pad in bundle, console che in teoria non hanno troppo da temere nei confronti delle 2.0. e con un parco titoli che inizia a a farsi vedere dopo un inizio un po’ lento.

      Aggiungo anche che il successo del malfornito mini Nes ha dimostrato che in quanto a gameplay la “vecchia scuola” funziona ancora.

      In questo panorama la grande N arriva con un prodotto anacronistico economico un prezzo assurdo (e non sono impietoso se faccio il paragone con WiiU)… Il tutto per una console che punta tutto su una portabilità dalle ore contate (ho un iPad vecchio di 4 anni che ha durata maggiore). Se la console punta tutto sulle console casalinghe, perché allora non farmene una solo fissa ma più potente?

      Che poi faccio una previsione:
      Ho una Nintendo switch in casa, e un secondo stand in un altra camera.
      Mio figlio giocandoci fa cadere il pad e rompe il display.
      Compro un altra console perché non posso più giocarci ne in giro ne in casa?

      Ripeto, un prezzo più basso (non oltre 250€) può giustificarne l’acquisto…Ma qui io vedo un altro WiiU paro paro.

  28. @Pinkfloyd

    Ovviamente concordo con te. Peccato però che non abbiano imparato nulla dal 3DS e da Wii U. Se Switch fosse uscito a 199/230 euro il discorso sarebbe stato diverso. Se le vendite non dovessero decollare, secondo me dovrebbero prendere in considerazione l’idea di vendere Switch senza Dock, così da abbassare il prezzo di circa 100 euro (quella Dock a quel prezzo proprio non mi va giù). A quel punto si potrebbe comprarla a 30 euro separatamente da produttori di terze parti (spero ed auspico che qualcuno abbia la buona idea di produrla).

  29. È marketing, non è che non hanno imparato.
    Sanno che al day One c.è gente disposta a spendere molti soldi pur di avere il prodotto nuovo in anteprima.
    Così come c.è gente disposta a spendere tanto per l.ultimo iphone.
    A loro non interessa risparmiare, interessa avere il prodotto ora, subito.
    Quindi le prime console le vendono a loro e ci fanno dei bei soldi di guadagno

  30. Poi, dopo un anno circa, sanno che la maggior parte della gente sta aspettando che cali il prezzo e lo abbassano un po o fanno nuovi modelli e di conseguenza il prezzo di quelli “vecchi” scende e quindi vendono molte console grazie al fatto che costano di meno.

    La strategia di far subito il prezzo basso si può anche fare ma è rischiosa e non tutte le ditte vogliono rischiare o vendere in perdita.

    Tanto, gli acquirenti del day one sono assicurati.
    Anche il lancio di wiiu fu un successo così come lo fu psvita.

    Il difficile non è vendere al lancio ma continuare a vendere nel tempo

  31. Ma io non parlo di spazzatura digitale Pink, non parlo necessariamente di prodotti fatti male ma faccio fatica a considerare 1,2 switch un videogioco come allora feci considerare un Nintendogs o Nintendoland.
    Però siamo in sintonia totale per Arms: andava inserito gratis come evoluzione di Wiisport. Punto

    • ARMS è un picchiaduro vero e proprio, che si può anche giocare con il controller normale senza i sensori – non vedo perché dovrebbe essere in bundle con la console. Tra l’altro è una nuova IP in un genere dove Nintendo è poco coperta, quindi mi pare un’ottima notizia. Dal gameplay mostrato sembra anche molto profondo e tecnico.

    • Scusa Risso, ma come fai a non considerare Nintendoland un videogioco? A fine ciclo vitale di Wii U è una delle esperienze più fresche che abbia provato in questi anni. Perfetto per partite con gli amici (anche quelli meno portati) ed eccezionale anche in singolo. Ci sono alcune attrazioni che non dico fare gioco a sé, ma poco ci manca. Quella dei Pikmin, di Metroid, Zelda, Ballon Fight… Non riesco a capire tutto questo astio per GIOCHI (sì, lo sono) che hanno come unica colpa quella di essere colorati, apprezzabili a più livelli (a seconda della propria esperienza pregressa) e stilisticamente diversi da ciò che ci viene proposto dalla stragrande maggioranza del mercato odierno.

  32. Un calo di prezzo considerevole lo si avrà se e solo se farà fatica a vendere nelle fasi iniziali così come fece a suo tempo 3DS con il suo prezzo clamorosamente non bilanciato. In caso contrario, si sa che Nintendo non è molto predisposta a deprezzare i suoi prodotti, anche se sarebbe razionale nel suo caso attuare delle economie di volume ma va beh…

    L’entusiasmo attorno a Switch non mi sembra così elevato, ad essere onesto. Secondo me il difetto principale sta nella scarsissima Line Up di lancio. Probabilmente, si spera, all’E3 e dintorni sveleranno ulteriori titoli (DEVONO farlo). Fino ad allora però c’è una console che esce durante un periodo poco invtante, con un titolo di punta e con un prezzo troppo alto. Vedremo… Si sa che la massa è sempre pronta a smentire la ragione e la logica, quindi chissà. Sarebbe un peccato partisse troppo bene, vorrebbe dire scordarsi un taglio di prezzo che invece per buonsenso merita d’essere attuato.

    Sembrano passati secoli da quando l’hype per NX era alle stelle… La console in sé non è male male… Lascia però l’amaro in bocca. Tutto qua? È questa la rivoluzione targata Nintendo? È questo il tanto vociferato progetto NX? Sono questi i giuochi che ne giustificano l’acquisto all’uscita (un porting da Wii U…)? Come troppo spesso accade, Nintendo doveva e poteva fare meglio.

    • Condivido quello che hai scritto Gubezzz, ma ad aggravare il mio stato d’animo concorrono una serie di passi falsi da parte di Nintendo, una serie di atteggiamenti che fino a qualche tempo fa avrei pensato impossibili per Nintendo.
      Dalla prematura morte di WiiU, dal calo di prezzo del 3DS, dal fare uscire il New 3DS (che se non sbaglio serve solo per fare andare Xenoblade Chronicle)… Oggi non ritengo così impossibile che tra un anno possa uscire un modello migliorato di Switch (come non escludo che possa flop pare clamorosamente), che ne migliori l’hardware, o che ne giustifichi un prezzo ribassato (come il 2DS).

      Insomma, sto switch sarebbe anche il regalo perfetto, ma non correrei mai il rischio di acquistarlo nel primo periodo, prima che (come per WiiU) non sia passato un periodo di sicurezza che rassicuri che la console ha un futuro… E come per WiiU (che ovviamente non ho) ci spero… Magari stavolta è la volta buona.

    • Devi anche capire che il Wii U è stato acquistato da pochi per cui il punto di forza del primo anno di Switch è avere giochi che molti non hanno giocato, come Zelda, Mario Kart 8, molto probabilmente i vociferati port di Mario Maker e Smash. Il secondo punto di forza è il fatto che sia portatile, e quindi puoi giocare Zelda dove vuoi.

  33. Scusa dev,
    Ma cos’è che rende la portabilità un punto di forza?
    Per creare questa portabilità hanno sacrificato l’hardware della console, ed è questo il problema.
    Forse per un under 20 questa cosa sarà un pregio, ma per me che sono over 30 e che al massimo col DS ci ho giocato sul divano, non so cosa farmene di questa portabilità che assieme al rumble HD serve solo a giustificare l’alto prezzo della console.

    • La portabilità in sé è un punto di forza – poter giocare a titoli come Zelda, Mario Odyssey e Skyrim dove vuoi; ed anche giochi incentrati sul multi-giocatore, semplicemente portando uno schermo e i due JoyCon. Switch sarà probabilmente l’unica console di Nintendo d’ora in poi quindi unirà la libreria software delle sue console portatili a quella delle sue console casalinghe.

      Se tu giochi in casa la terrai attaccata al dock.

    • Io credo che uno dei fattori in cui la Nintendo differenze di vede di più sta proprio concetto di DS.
      Là dove la PSP offre un esperienza di gioco identica a quella di una ps3/ps4, con il DS soo riusciti a fare un salto di qualità, in modo che una console (DS) non fagociti l’altra (Wii/WiiU).
      Per cui mi sembra già di per sè un passo in dietro (conce5ualmente parlando).

      Ora, se mi offrissero una ps4 che fa anche la PSP ci potrei anche pensare (pur non usandolo in modalità portatile), perché so che sarebbe una console casalinga che fa ANCHE la console portatile, ma in questo caso parliamo (checché ne dica Nintendo) di una console portatile che fa ANCHE la console casalinga.

    • Esatto – la console di Nintendo racchiude le due anime: casalinga e portatile. Che la componente portatile fosse preponderante mi pare ovvio visti i dati di vendita – è il settore portatile a trainare Nintendo da quando è uscito il Game Boy, cioè dai primi anni Novanta, quindi non ci vedo nulla di anomale né strano a livello di business. Nintendo non potrà mai competere con Sony e Microsoft direttamente nel settore casalingo a meno di non fare qualcosa di diverso perché a fare qualcosa di uguale abbiamo visto come è finita (GC docet).

    • Che l’hardware non sia l’unica cosa su cui puntare sono d’accordo.
      Ma fregarsene in nome delle “novità” mi sembra esagerato.

      Il fatto che con il GC sia andata male, non significa che si debba abbandonare la via. Il SNES era più potente della concorrenza… Ma gli è andata bene lo stesso.

      E poi potrei fare lo stesso discorso sul WiiU, il WiiU era diverso dalle concorrenti, aveva un prezzo alto per colpa dei costi del tablettone… Non ricordo il lieto fine…

    • Non possiamo paragonare il mercato odierno con quello in cui uscì il SNES, ormai trent’anni fa. Anche con il N64 Nintendo aveva la console più potente ma perse contro Sony e la PlayStation.

      Secondo me Nintendo fa bene a puntare sulle esclusive interne e su queste novità, perché le console tradizionali stanno convergendo verso il PC, è probabile che Microsoft non farà una nuova Xbox ed il pubblico sta diventando PC-console.

      Il Wii U è fallito anche per la scarsa mancanza di giochi. Se Switch avrà i giochi portatili + fissa allora troverà il suo pubblico. Pensa una console con i giochi Wii U + 3DS, tutto in uno.

  34. Pero secondo me qui si esagera. Mi sembra si voglia essere insoddisfatti a tutti i costi.
    Per la questione livello hardware: dubito sia piu scarso di wiiU come ho letto in qualche commento, accetto che sia solo poco superiore. Ma parliamo di nintendo! Da quanti anni ormai le sue console sono dal punto di vista della grafica e forza bruta inferiori alla concorrenza? Lo sappiamo tutti che preferisce puntare sull aspetto innovazione, è per questo che ci piace è per questo che siamo nintendari! Che poi, e qua però metto le mani avanti perché capisco che puo essere un pensiero solo mio, è proprio necessaria una potenza grafica superiore a quella wiiU? Di più è certamente meglio, ma un gioco se è bello me lo godo giá benissimo così!

    Faccio anche una domanda, ma i giochi sono nelle cartucce alla fine, giusto? Se è così, acquisti digitali a parte, i giga di memoria presenti mi sembrano abbondantemente sufficenti ( per me sicuro visto che vado di retail sempre se posso).

    E per i giochi! Forse al D1 usciranno solo un paio di titoli, ma nell arco dei primissimi mesi ce ne saranno giá tantissimi! Non potete dirmi che sono stati annunciati pochi giochi!

    La componente portatile è davvero presente, nel senso la batteria durera fino a 6,5 ore… non male!(speriamo in pokemon)
    Abbiamo una console senza region lock e che è al contempo portatile e home… e non vi basta a far brillare gli occhi? Allora se tutto questo non vi aggrada probabilmente le varie, e ottime penso, ps e xbox fanno più per voi.

    Per il prezzo: ingiusto mi sembra fare il confronto con i prezzi attuali delle console concorrenti. Facciamolo con quello delle console concorrenti al d1.

    Il prezzo dei vari accessori è invece anche a mio avviso eccessivo. Quello dei giochi non lo conosco.

    Per l online a pagamento: neanche io ovviamente felice, anzi è la cosa che mi infastidisce di più, mi da l impressione di pagare una tassa sull’acquisto di giochi come mk8 e splatoon. Vedremo quali saranno le modalità. Va comunque detto che tanti giochi che noi abbiamo giocato gratuitamente magari in america o giappone non lo erano, vedi mh.

    Queste le mie considerazioni 😉
    P.s. devo di fatto ancora però decidere se prenderla o meno, più che altro perchè ho recuperato una ps2 e ho quindi già a cosa giocare 😀

    • Tu magari sei giovane, ma io ho vissuto l’epoca d’oro di SNES e N64, dove la potenza era unita alla magia nintendo, non vedo perchè non si possa ancora fare.
      Il GC era poco sotto a xbox ma ben sopra a ps2, in realtà nella lunga storia di nintendo, è solo ora che costruiscono delle carrette XD

      Io sono uno dei più grandi sostenitori del Wii, eppure era poco più di un tostapane ed era una generazione indietro rispetto ai concorrenti, perchè c’erano tonnellate di giochi, era una console originale e costava il giusto.
      WiiU non è piena di giochi, non è innovativa, è sempre un catorcio, ma costa uno sproposito.
      Switch sembra seguire le orme di WiiU invece che del Wii.

      I giochi sono su cartuccia, ma già su Wiiu ci sono giochi solo digitali e che non sono mai usciti ne usciranno retail, che fai in quel caso?

      Sì, sono stati annunciati pochi giochi, poi logico va a gusti, a me interessano solo Zelda (ma posso giocarlo su WiiU) Mario (che uscirà a fine anno), Street Fighter (digitale) No more Heroes 3 (2018), che la prendo a fare ora sta console?

      La batteria non dura 6 ore, forse se giochi al solitario, Nintendo stessa ha detto che la durata della batteria con Zelda sarà di 3 ore, fatti i tuoi conti, già dopo 1 anno di utilizzo sarà un miracolo che ci farai 2 ore.

      A me fanno schifo sony e xbox e neanche regalate le vorrei, ho il pc per i multipiatta, sono nintendaro e morirò nintendaro, ma siccome non ho le fette di prosciutto sugli occhi, se qualcosa non mi va, critico.

  35. @Risso
    Non parlo solo dei tagli di prezzo ufficiali di Nintendo ma anche degli sconti del mercato.
    Io la wiiu premium l.ho pagata 250, ben 100€ di sconto dopo soli 6 mesi dall uscita
    Lo stesso i giochi
    Zombiu 15€ darksider 20€

  36. Si ho capito ma sostanzialmente il prezzo ufficiale ad ora del WiiU rimane sproporzionato.
    Anche io presi 2 anni fa la ps4 con 100€ di buoni spesa, ho capito il tuo discorso.
    Il punto è che il successo del Wii era legato alla combinazione prezzo+novità: non vedo le stesse condizioni

    • Ha ragione Risso, io il 3DS l’ho preso a 40€ nuovo appena uscito (grazie a sconti stile catena di S. Antonio), però non vuol dire che il 3DS costasse poco.
      Pure il WiiU l’ho preso quasi subito a -100€ sul prezzo di listino perchè un negozio voleva liberarsene, ma sono casi, è il prezzo ufficiale che fa testo.

  37. Non so se si potesse dire esagerato il costo del wiiU. Ma ho memoria corta quindi non ha senso che io mi addentri in questa duscussione visto che non avrei nulla di rilevante da dire xD
    Il prezzo che secondo me si fa sentire di più su una console però secondo me è quello dei giochi, e da questo punto di vista io sono stato felicissimo col wiiU, visto che il 50% e più dei giochi al d1 costavano 40euro, contro i 75 di base delle altre console. Cioè con 3 giochi ps4 io oggi mi compro l intera wiiU nuova!
    A me è quindi pars economica la mia esperienza con la wiiU, soprattutto se rapportata alle alternative. Ovviamente è stata una mia impressione, ma se avessi avuto una ps4 io non avrei neanche giocato più di un gioco all anno, perchè 75 euro a botta son davvero troppi!

    • Io sono fermo alla PS3, mai pagato un gioco più di 30€.
      Non valuto i giochi all’uscita, ma direi che sul lungo termine gli unici che non calano i prezzi sono proprio la Nintendo! Per chi sa aspettare i giochi a pochi spiccioli ci sono… Basta pensare al fatto che super Mario bros per DS continua ad essere venduto a prezzo pieno.

      Non so deve hai visto la formula: Nintendo = giochi poco costosi
      Perché di tutti gli esempi mi sembra l’unico in cui Nintendo ci fa una figura misera.

  38. Come sempre vedo gente entusiasta a prescindere contro gente contraria a prescindere. Il mio parere, del tutto personale, è che QUANTO MOSTRATO AD OGGI mi piace e molto. Per tanto oggi andrò a prenotare la console. Le caratteristiche che a me interessano in una console le ho viste quasi tutte, e tanto mi basta per comprarla (anche se pagarla un pò meno non mi avrebbe fatto schifo).
    L’unica cosa su cui vorrei avere più informazioni è il sistema che sosterrà il tutto (frontend, sistema di utenze, social, etc.). Se poi implementassero sti benedetti trofei gliene sarei molto grato.

    • La cosa brutta è che hanno tolto il Miiverse. Avrei tanto voluto un’evoluzione dei timbri, rendendoli di fatto i trofei di Nintendo (ovviamente in tutti i giochi, non in pochi come su WiiU).

  39. @Momo87s

    Per le informazioni mancanti, probabilmente si daranno da fare in questo periodo tra reveal ufficiale e data d’uscita, come anticipato da Reggie.

    Ad ogni modo sono felice che tu sia soddisfatto. È sempre bello sapere che qualcuno è soddisfatto 🙂
    Io invece sono semplicemente perplesso. Aspetterò un anno o due. Probabilmente a quel punto ci saranno giuochi per tutti i gusti (esclusi i principali titoli multi-piattaforma temo…). Il prezzo è purtroppo piuttosto elevato, ma non è una novità che a Kyoto siano un tantino spilorci. È probabile che la comprerò come regalo di compleanno per mio fratello questo aprile, io semplicemente salto.

    Rapporto specifiche-prezzo non conveniente, Line Up di lancio scarna oltre ogni limite, nessuna garanzia di supporto delle terze parti (Wii U uscì con una marea di titoli multi-piattaforma e se questo è l’inizio per Switch, allora la vedo nera…) e molte altre ragioni per le quali io per ora salto. Ragioni che ritengo razionali e ponderate e tutto tranne che fatte a “prescindere”, se posso dirla tutta. 😀

    • Più che perplesso mi sembri bello convinto! Abiti con tuo fratello?
      Ma le specifiche sono già uscite?

  40. Momo

    Aspetto informazioni più dettagliate rispetto alle pochissime snocciolate da Nintendo. Sono in “attesa”. Le capacità tecniche della console decreteranno tutta una serie di conseguenze che ritengo rilevanti per il futuro della medesima. Mi piacerebbe inoltre conoscere la UI della console, così come la struttura Online messa in piedi da Nintendo e
    molte altre cose ancora. Sono dunque molti punti che devono ancora essere chiariti.

    No, non vivo con mio fratello.

    • Ah ok, perchè se mi dici che aspetti di conoscere più dettagliatamente le specifiche è un conto, ma se come nel messaggio precedente dici “Rapporto specifiche-prezzo non conveniente” allora mi rendi dubbioso, dal momento che ancora non le conosciamo

  41. Momo

    Aspetto di conoscere le specifiche tecniche dettagliate. In termini generali si sa già che la console, che viene sdoganata come di matrice casalinga, è purtroppo NON al passo con i tempi. Questo non vuol dire che non sia curioso di conoscerne comunque gli aspetti più tecnici ;). Felice di essere smentito, anche se è difficile. Se credi che Switch possa competere tecnicamente con Scorpio e PS4 Pro, allora temo che la tua attesa sia vana. È curioso come alcuni effetti di luce e/o particellari non vengano riprodotti nella versione Switch di Zelda mentre nella versione Wii U funzionino a meraviglia.

    Guarda a 03:40 di questo video: la luce che penetra dal portone nemmeno esisre su Switch.

    https://youtu.be/GgT6KpNnILc

    Allo stato attuale ho tutti i motivi di credere che Switch, in quanto homeconsole, non sia al passo con i tempi.

  42. Gubezzz, credo che dovresti riguardare meglio il video.
    1° perché mi sembra che la versione switch sia più luminosa e si vedano più dettagli.
    2° perché al punto dove dici tu, ovvio che non si vede la luce uscire dalla porta nella parte switch…la porta si apre da sx a ds e la parte sx é wiiu. Nella parte switch c’è anche una nebbiolina/polvere, che wiiu non fa.
    A metà video, riparte dal risveglio, ma con le 2 parti (wiiu switch) intere separate. Quando si apre la porta…la luce esce

    • boh…non lo so, continuo a non vedere quello che dici tu. A parte che non sono copletamente sincronizzati, direi che quello del wiiu è mezzo secondo più avanti.
      E poi mi sembra sia più nitido quello x switch. Vedo che la luce che entra dalla porta, è rossastra nel wiiu e bianca nel switch. Ma vedo anche una nebbiolina di polvere solo sul switch. Comuque nessun problema

    • casomai, puoi dire che al 1:18, su switch non c’è la luce sul pavimento…cosa che su wiiu c’è

  43. Anch’io ho prenotato la switch ma giusto per avere il tempo di pensarci ma penso di disdire verso la fine di febbraio perché ci sono pochi giochi disponibili, il prezzo di lancio senza nemmeno un titolo incluso è alto, manca la connessione lan, manca l’uscita ottica audio e ha soli 32gb, insomma una consol che necessita di tantissimi adattatori per essere utilizzata compreso il sintoamplificatore e un gamepad pro. Penso che l’unica cosa che non disdico è zelda collector, purtroppo non lo prendo per wiiu ma aspetterò di giocarci quando switch avrà un costo uguale con un gioco oppure un calo del prezzo