Nintendo Switch è sulla copertina del nuovo numero di EDGE

Il 3 marzo si avvicina.

EDGE cover

EDGE è una delle poche riviste cartacee di videogiochi sopravvissute all’avvento di Internet. Nato nel lontano 1993 in Regno Unito, ha potuto contare su numerosi spin-off e versioni territoriali (in Italia uscì dal 2004 al 2009), e su svariati contenuti esclusivi.

Nell’ultimo numero, la copertina è completamente dedicata a Switch, console ibrida di Nintendo in uscita il prossimo 3 marzo. Gli articoli all’interno parlano della line-up ad ora mostrata, e delle caratteristiche della console; i redattori non risparmiano le critiche, come ad esempio gli accessori troppo costosi e l’online a pagamento.

18 Commenti

  1. ho letto (dichiarazioni di non mi ricordo quale pezzo grosso nintendo in un intervista) che il prezzo dell’online sarà tra 17 e 26 dollari l’anno. Se quindi uscisse fuori una cosa come 20euro l’anno… io ci sto!

    • Io no!
      O si inventano qualche stuzzicante omaggio (tipo se sei abbonato puoi giocarti online tutti i retro games), o per me se ne possono andare a quel paese.

    • Scusa daveroos ma come mai molte notizie non le pubblicate?
      Ad esempio :
      – yooka e layle verrà sviluppato anche per switch ma probabilmente ci sarà solo una versione digitale
      – project giant robot cancellato
      – le varie dichiarazioni di aonuma ( magari una sola notizia che riassume le informazioni più importanti) su zelda : non esclude la possibilità di dlc in futuro, alcune informazioni sui santuari, il finale commovente ecc…
      – le varie dichiarazione di kimishima : non esclude un successore del 3ds, la vr, l aspettativa di vendere switch come quanto fatto con wii e poi la fascia di prezzo per l online.
      Non lo dico per rompere le scatole ma perchè mi dispiace vedere il sito un po’ “”trascurato””.

    • @Dazell: si sono anche “dimenticati” notizie come il costo esorbitante e furbetto delle SD card marcate Nintendo in Giappone, e sulla dichirazione ufficiale che diceva che per convertire un gioco da PC su switch ci vorrà 1 anno di lavoro (grazie nvidia e schifosissimo tegra).

    • Questa cosa dei porting in un anno però é stata capita/spiegata male da troppe persone. Ci sono due precisazioni da fare:
      1) ci vuole un anno per fare un porting di un gioco già uscito, perché se una SH ha intenzione di far uscire un multipiatta su Switch, non significa che uscirà un anno dopo le altri, perché inizierebbero a svilupparlo contempiraneamente anche per Switch.
      2) Nintendo ha detto che ci vorrebbe un anno con un team medio di persone. Quindi, con un team grande il doppio ci vorrebbero 6 mesi, il doppio ancora pure solo 3 ecc… e bisogna sempre vedere cosa intende Nintendo per team medio (perché Nintendo potrebbe pure ddecidere di mettere, per dire, 10 persone per fare un porting, ma se Ubisoft ce ne mette in genere 20 ecco che iltempo per il porting é dimezzato).

      Io non dico che Switch sia perfettao che, ci mancherebbe, ma proprio come WiiU stanno facendo di tuttopur di affossarla: vuoi le informazioni poco chiare, vuoi i commenti degli hater che tutti seguono a ruota credendo che abbia tagione…
      Su WiiU é stata Nintendo a sbagliare. Era troppo poco chiara su tutto, ma a sto giro ha detto le cose come stanno. Poi se un testata qualsiasi scrive che le sd card marchiate switch sono costose e da colpa a Nintendo inveve che a Hori che le fa e ha deciso di farle, allora vedi che Switch faràla fine di WiiU più per notizie simili che per demeriti propri (che ci sono, eh)

    • Caro Silver, scusami, ma non è onesto quello che dici, se un gioco è sviluppato in parallelo, non si dovrebbe neppure parlare di porting, solitamente si intende un gioco già uscito da altre parti e poi “portato” su un’altra console, altrimenti avrebbe detto che ci vuole un anno per sviluppare un gioco.
      Ma secondo te, per fare un porting usano team di mille persone?
      E’ già un miracolo se usano team medi, il più delle volte sono fatti da 4 gatti e pure alla membro di segugio (parlo in generale).
      Il problema è della scelta scellerata del chip tegra quando le altre console usano chip AMD, ci vuole più tempo per convertire dato che usano 2 tecnologie diverse ogniuna con le sue librerie e tecnologie proprietarie.

      Se una compagnia vende qualcosa con il mio brand stampigliato sopra, vai tranquillo che le 2 parti sono d’accordo su tutto, e sì, le SD card con scritto nintendo sopra sono una truffa per far pagare il doppio una cosa agli sprovveduti e alle mamme, io lo ritengo vergognoso, capisco un piccolo sovraprezzo se fossero schede di elevata qualità, ma li si parlava tipo del doppio del prezzo solo per avere l’adesivo nintendo.

      Purtroppo è stata nintendo stessa a gettare una brutta ombra su switch, un prezzo percepito troppo alto (e in Europa è ancora peggio), poi ti devi comprare una SD perchè non sono stati capaci di metterci uno spazio di archiviazione decente, nessun gioco in bundle, online a pagamento e secondo me, dato la configurazione portatile dei Joicon, per giocarci in casa mi sa che pure il pad pro ti dovrai prendere, alla fine ti ci vogliono 500€ , e quindi inizia la shit storm.

    • Silver in realtà nintendo non ha detto tutto.
      Riguardo l on line non c è nessuna certezza. Non si sa se la chat sarà utilizzabile anche senza app e tramite console e non si sa se i giochi che daranno in prestito si potranno usare anche dopo un mese se abbonati come per il playstation plus o il xbox live gold.
      A me da noia che bisogna aspettare chissà quando per avere delle informazioni.
      Boh io vedo che quando la gente è confusa sony o microsoft cercano subito di rimediare invece nintendo su questo dorme un po’.

    • Mi sono espresso male. Lo so che tu sai la differenza tra un porting di un gioco vecchio e il svilupparlo contemporaneamente. Ma leggendo i commenti in giro per il web, è proprio questo che si pensa, ossia che se mai dovessero esserci porting terze parti, usciranno almeno ad un anno di distanza. Io parlavo in generale (rispondendo a te che hai giustamente riportato la notizia, tutto qua). Per quanto riguarda il tipo di chip usato, sono convinto che avrebbero potuto anche usare AMD, ma sono pure sicuro che con NVIDIA abbiano trovato ottimi accordi, nel senso che se avessero usato chip AMD la console costerebbe ancora di più di quanto non costi. E anche una memoria più capiente avrebbe fatto lievitare il prezzo totale (perché qui si parla di una portatile e non è la stessa cosa che paragonarla a un cellulare, men che meno a una console da casa. Proprio come PSVita, che ha una minima memoria interna espandibile, ma almeno in questo caso va bene qualsiasi sd, e non card proprietarie).
      Per il pad preferisco esprimermi solo dopo averlo provato, ma io mi sono trovato benissimo sia con wiimote e nunchuck (alla fine per me è stato come usare un controller diviso a metà, almeno nei giochi che non utilizzavano sensori e quant’altro, tipo Xenoblade) che con Gamepad, non credo avrò problemi coi joycon (perlomeno assieme al joycongrip).
      Per la confusione, no, non mi sento di dare la colpa a Nintendo a sto giro, perché è vero, non hanno ancora detto tutto (il perché non lo so, e da fastidio pure a me), ma quello che hanno detto, lo hanno detto senza troppi giri di parole. Diciamoci la verità: stavolta tutti hanno capito che la console è nuova, che è una home che puoi portarti in giro, che l’online si paga, che i controller che escono bastano per giocare non solo da soli ma anche in due per molti giochi, ecc…

    • Sì, ma caro Silver, la notizia dei porting l’ha rilasciata nintendo, quindi è colpa loro se non sono chiari e la gente equivoca.

      La scomodità dei joicon per me, non sta nell’essere divisi, io ho amato alla follia il Wiimote, ma per la posizione degli stick, che non è sfalsata rispetto ai tasti, logicamente si dovranno fare dei compromessi per la portabilità, però nintendo dice che switch è uan console casalinga, ma a me sembra il contrario, un portatile che si può collegare al televisore.

      Come l’avrei fatta io con hardware AMD?
      APU sul portatile, e visto che ha uno schermo 720p non serve nessuna potenza bruta (ma in modalità portatile il tegra va comunque bene), invece la dock station doveva avere una scheda video (e basta poco dato che da tipo almeno 6 anni tutte le APU possono andare in cross fire con una vga dedicata) lo slot per un hard disk.
      Quindi, vendi la parte portatile a meno (perchè l’hardware è splittato in 2) e poi se vuoi godertelo appieno sul televisori, ti compri a parte la dock station se la vuoi.

      L’hardware di switch per essere una home console (detto da nintendo) è spoporzionato sulla parte portatile e sottidimensionato per la parte home, ma evidentemente la vogliono vedere come console casalinga per gonfiargli il prezzo, perchè storicamente le portatili a prezzo alto non vendono.

    • 0 € al mese sono meno di 1,7€ non credo si possa discutere di questo 😉

      Il concetto non è pagare poco qualcosa, ma cominciare a pagare per qualcosa che hai sempre avuto gratis, con switch sta iniziando un trend che non mi sta piacendo proprio per niente, non mi sembra più neanche nintendo, prezzi alti su tutto (console, accessori), online a pagamento ecc, non mi piace per nulla l’andazzo imposto dal nuovo CEO.