1 – 2 Switch accompagna il lancio di Nintendo Switch, in arrivo oggi stesso nei negozi di tutto il mondo. Tipico esempio della moderna Nintendo, sempre pronta ad accompagnare l’uscita dei suoi nuovi hardware con titoli capaci di incarnarne le migliori intenzioni in ambito multiplayer locale (Wii Sport, Nintendo Land…), il gioco si propone di offrirci una panoramica superficiale ma variegata della natura stessa della nuova ammiraglia della casa di Kyoto, attraverso una trentina di differenti “mini giochi” caratterizzati da una giocabilità semplice, immediata e “mordi&fuggi”. Fin qui tutto bene, anche perché molte di queste risultano essere davvero divertenti…ma forse manca qualcosa. Procediamo con ordine.

Questa particolare raccolta è…particolare. Il gioco può/deve essere sostanzialmente giocato senza guardare lo schermo TV (o lo schermo della console, se siete in modalità “tavolino”), bensì osservando l’avversario dritto negli occhi. Il risultato di base è quello di staccare completamente il concetto di videogioco dalla fissità insita nel doverci giocare per forza e necessariamente nella sua più classica accezione “da divano”, spostando l’attenzione dallo schermo (qualunque esso sia) al proprio contendente/amico. Con in mano un JoyCon ciascuno, infatti, si può giocare a 1 – 2 Switch davvero ovunque e in qualunque momento, poiché l’importante è avere la console più che altro a portata di…orecchio. Vediamo perché.

La maggior parte delle attività sviluppate da Nintendo per questo simpatico gioco infatti sono per lo più basate sul concetto di sfida 1 VS 1: che sia un duello con le pistole o all’arma bianca, che si tratti di rispondere al telefono o duellare con le bacchette magiche, ogni singola parte del gioco ci vedrà prendere parte a uno scontro di abilità di varia natura contro un altro player in carne e ossa (anche se è possibile dividersi in squadre, soprattutto nella modalità “Torneo”). Selezionato il minigioco, dovremo posizionare la periferica come da indicazioni, guardare negli occhi il “nemico” e aspettare il momento dell’azione (solitamente chiamato via audio da Switch): rapidità di riflessi e velocità di esecuzione saranno la chiave della vittoria di tutte le attività che, lo anticipiamo, si risolvono in un lasso temporale brevissimo, per definizione. Che si tratti di estrarre per primi le pistole in un duello da Far West o eliminare il battitore avversario con una palla veloce a baseball, l’interazione vera e propria durerà pochi secondi, nell’arco dei quali verrà decretato il vincitore.

28 Commenti

  1. Anche se sfrutta le straordinarie potenzialità dei JOY-CON, mi sembra comunque davvero troppo costoso. Io avrei ridotto il numero di mini-giochi e l’avrei installato in tutte le switch. Ma ovviamente io non faccio parte del Marketing Nintendo…

  2. Per Me è troppo caro!
    Ma..volevo sapere, visto che l’ho provato solo a Milano, oltre a il minigioco della scatola con le biglie e quello dalla mucca, quali e quanti sono quelli che sfruttano il rumbleHD e che non potevano fare x Wii o wiiU con il wiimote.
    Esempio, il duello era fattibile tranquillamente con un paio di wiimote

    • c’è un minigioco di scassinatori e devi trovare la combinazione giusta girando il joycon fino a un punto in cui senti una vibrazione diversa. poi gli altri non so.. non li ho ancora provati tutti.
      comunque anche secondo me andava messo insieme alla console

  3. Sarò prontissimo a fare marcia indietro una volta che l’avrò provato con gli amici, ma per ora mi sento di difendere questo meta-videogioco. In giro per il web ne ho lette di ogni, e probabilmente Nintendo ci ha messo anche del suo, però cerco sempre di supportare idee innovative che spingano un po’ più in là la concezione (spesso stantia) di videogioco. La parte curiosa che è in me lo reclama.
    E secondo me ha anche senso non averlo inserito in bundle perché, da quello che si è capito finora, 1-2-Switch non incarna appieno lo spirito della nuova console, almeno non quanto abbiano fatto in passato Land e (forse ancor più) Sports. Piuttosto che lasciare a 1-2-Switch il compito di portabandiera (ruolo che mi pare evidente non abbia le forze di svolgere), Nintendo preferisce lasciare ai videogiocatori la scelta della prima esperienza che più si confaccia alle loro esigenze (e direi che la maggior parte abbia optato per Zelda).

    • Ciao Marco, ma il gioco è divertente eh! Spero si capisca dalla recensione. Solo che l’acquisto separato di un titolo che si basa sulla “necessità” di essere circondati da amici (anche in 2 non è il massimo: è proprio da party) mi ha lasciato perplesso. Sport e Land, che come dici erano inclusi e questo no…erano godibili anche come videogiochi. Questo no, è un simpaticissimo giocattolo per le feste.

    • Tranquillo, si capisce benissimo che come gioco per divertirsi con gli amici (scemi come me) ha il suo perché. Anzi, lungi da me starla a menare col punteggio numerico (vade retro, Satana!), ma dopo la lettura sono rimasto sorpreso dal 6. Poi ho capito che nel voto è anche compresa tutta la questione che esula dal gioco in sé, ma che GIUSTAMENTE hai tenuto in conto nel giudizio-riassuntivo-che-non-va-a-sostituirsi-a-quanto-detto-nella-recensione.
      Quello che mi sta storcere il naso è che qualcuno, anzi, molti (non tu, ovviamente) dicano che solo perché il gioco sembra una boiata, allora doveva essere compreso nella confezione. Innanzitutto, non capisco perché tutti si penino così tanto per la mancanza di un gioco che non avrebbero né apprezzato, né gradito. Ma poi Nintendo mica ti obbliga a comprarlo: se non ti piace, ti fiondi su Zelda, Bomberman o i titoli su eShop.
      Poi sono d’accordo con te sulla differenza con i precedenti apripista (parli con uno che ancora considera Nintendo Land uno dei giochi meglio riusciti per Wii U), però secondo me è proprio sbagliato paragonarlo con essi. Sono esperienze completamente diverse, che hanno come fattore comune solamente quello di essere stati rilasciati al lancio della rispettiva console. E ciò lo dimostra il fatto che 1-2-Switch non sia in bundle, affinché possa essere scelto e giocato solamente da chi sa di potersi divertire in compagnia con questo VIDEOGIOCO. Proprio perché non è un titolo per tutti (nel bene e nel male), non deve essere compreso nella confezione, col solo rischio di dare un’immagine di Switch che non è quella reale (o che Nintendo vuole dare).

    • AHHHA in realtà, non dovrebbe essere paragonato ma il problema è proprio quello, alla fine. Avrebbe dovuto essere pensato più come showcase da includere, che come prodotto a sé stante, perchè come videogioco a sé regge fino a un certo punto. Cioè il suo NON essere apripista della console è il difetto. Insomma, è intricato :\

    • Ma infatti il tuo ragionamento è comprensibile e potenzialmente condivisibile: giudicarlo come gioco divertente ma lacunoso, piuttosto che perdersi in piagnistei del genere “Ma io lo volevo in bandol!!! E’ un gioco che mi fa schifo ma io pretendevo di averlo già installato sulla console, sebbene l’avrei avviato sì e no tre volte” (delle quali almeno un paio per sbaglio, credo…).

    • “Ma poi Nintendo mica ti obbliga a comprarlo: se non ti piace, ti fiondi su Zelda, Bomberman o i titoli su eShop”

      Più che altro se non ti piace, o ti fiondi su Zelda o aspetti un paio di mesi a comprare switch… Non faccio il disfattista a priori su Switch (che spero riesca davvero a tirar fuori le sue potenzialità)… ma senza un bundle decente (come fu per lo straricordato wiisports) di ragioni per l’acquisto al Day One ce ne sono davvero poche, anzi solo 2, o questo 1-2 o Zelda.

    • @lamarmotta: Non condivido. Già solo al lancio (senza quindi contare nemmeno tutto marzo), per i miei canoni ci sono Zelda, 1-2-Switch, Snipperclips, Fast RMX (che avevo saltato su Wii U), VOEZ e, se non lo avessi già, pure Shovel Knight.

    • L’acquisto di una console al Dayone è sempre rischioso. Può aver senso solo se ci sono offerte o servizi che andranno a scomparire (come la retrocompatibilità di PS3), oppure per svendere la vecchia console a prezzi più convenienti. In questo caso non essendoci retrocompatibilità, l’unica motivazione è data dai titoli. E che ci piaccia o no Zelda è l’unica killer application. Al momento non c’è alcun bundle, offerta o promozione di sorta per giustificare l’acquisto oggi, piuttosto che tra un mese o due (discorso che personalmente vale per tutta questa generazione di console, nessuna esclusa).
      Se mai faranno un bundle con il Classic controller, e magari con l’augurato taglio di prezzi mi ci fionderò forse… Ma fino ad allora aspetto. E ci spero in questo… ( Come ci speravo poi con WiiU che mi intrigava molto di più di quanto non lo faccia switch, ma di offerte neanche l’ombra… Peccato davvero perché c’erano diversi giochi che mi intrigavano)

    • P.S. Che poi insospettabilmente il Ninrendo mini NES mi sta scimmiando più di quanto non pensassi (ci gioco da Natale senza interruzioni!), per cui la mia prossima console potrebbe essere il Nintendo Mini SNES!

  4. Io l’ho preso proprio per come sfrutta i Joy-con visto che Zelda essendo un porting non li sfrutterà (penso). Se in due non sarà spassoso e se non avremo occasione di farlo con gli amici…lo rivenderò subito…magari portandolo indietro in favore di qualche altro gioco. Purtroppo non c’era tanta scelta da MW che mi convinceva tra i giochi da prenotare…MK8 l’ho avuto e non lo rivoglio (visto che poi ci si ritroverebbe a giocarci i soliti 2 che lo hanno già giocato e rigiocato), Arms lo attendo in bundle con 2 joy con visto che sfrutta si i joy con ma bisogna averne 4…e 100€(30€ per il gioco e 70€ di joy con) per giocare a un solo titolo, nuovo, che non so quanto possa divertire da soli, che magari sfrutterà l’on-line che poi sarà a pagamento, mi parevano tantini da spende alla cieca, Splatoon non si sa ancora quando esce, Super bombarman non mi convinceva tantissimo, Mario Odissey ancora lontano…e volevo 2 giochi che mi accompagnassero in questi 6 mesi. 1&2 secondo me avrà questa fortuna…che è uscito proprio quando c’è carenza di titoli. Come, secondo me, pure snippereccetera. Metterlo all’intenro della console sarebbe stata la mossa migliore ma non dovevano alzarne il prezzo (improbabile) quindi meglio fuori se doveva costare di più. Nintendoland era forse si più corposo, ma non mi pare abbia avuto molto successo, WiiSport che era meno corposo di Nintendoland ha avuto più successo. Potrebbe comunque sia, nonostante tutto, diventare un must di switch.

  5. comprare una consol senza il nulla dentro mi lascia perplesso, cosa c’era di meglio che inserire questo 1 2 switch al suo interno che è pur sempre un gioco anche se ti obbliga ad avere qualcuno disponibile per giocarlo, oggi ad esempio non siamo andati a vedere lo switch a casa di un mio amico perché ha preso zeldone (ovvio) e nessuno si è voluto spoilerare il tanto atteso gioco, ma se avesse avuto un 1 2 switch sicuramente saremmo andati tutti a giocarci magari convincendo uno di noi a comprare la consol.