Vendite record per Switch in Francia e Spagna

Battuto il primato stabilito precedentemente da PS4

Nintendo Switch è nei negozi da poco più di una settimana, e continuano ad arrivare notizie circa la sua ottima performance in termini di vendite, nonostante le poche unità disponibili (si parla di un distribuito iniziale di circa 2 milioni di pezzi, spalmati però in tutto il mondo). La compagnia di Kyoto aveva già parlato del lancio record in Europa, ma ora giungono dati più precisi da alcuni importanti Paesi del territorio.

In Francia, Switch ha venduto 105.000 prezzi nei primi giorni di vendita, battendo sia PS4 che Wii, tra le 90.000 e le 100.000 unità. La notizia arriva dal giornale Le Figaro, che specifica come The Legend of Zelda: Breath of the Wild per Switch abbia venduto 96.000 copie (praticamente un rapporto gioco/console vicino a uno); 34.000 copie del gioco sono state vendute su Wii U, per un totale di 130.000 copie.

In Spagna, Switch ha registrato il miglior debutto di sempre per una console, anche qui superando il record precedentemente stabilito da PS4 nel 2013. Come riporta Vandal, nei primi tre giorni di vendita ha venduto 45.000 unità (il 90% del distribuito, che ammontava a 50.000 unità), contro le 38.500 unità di PS4 nello stesso periodo di tempo (la console Sony uscì, però, sotto Natale). Altro record per Breath of the Wild, che è stato acquistato da quasi il 100% dei nuovi possessori della console, per un totale di 44.000 copie (a cui vanno aggiunte 13.000 copie su Wii U); 8.000 persone hanno invece acquistato 1-2-Switch, l’altro gioco di Nintendo presente al lancio.

I numeri del lancio sono più che incoraggianti, soprattutto considerando l’insuccesso commerciale di Wii U. Ora Nintendo dovrà dimostrare di saper mantenere il cosiddetto momentum, e far sì che l’interesse del pubblico rimanga costante fino al periodo natalizio.

2 Commenti

  1. Mannaggia: ammetto che non mi sarei mai aspettato una partenza così forte. Capisco l’hype iniziale, capisco che il mercato si è spostato di più come modalità di acquisto sul “pre-order”, capisco tutto quello che volete, ma è evidentemente un risultato davvero positivo, senza troppi giri di parole. La sfida sarà mantenere vivo l’interesse ora, con un minimo di pianificazione delle release. Vedremo come andrà, con i vari MK, Arms e Splatoon a reggere il periodo “morto”, in attesa dal post E3 verso il Natale con Mario che per me necessiterà di un aiuto (Xeno NON è un gioco di massa commerciale), magari da Pokemon o Animal Crossing.

    • Mi gioco tutto su uno se non due annunci “grossi” all’E3, fra i quali uno sarà Pokemon.
      Era un pò che Nintendo non noleggiava il teatro…