Risultati e proiezioni hardware di Nintendo

Ottima partenza per Switch e buone proiezioni anche per il 3DS

Dal meeting finanziario di Nintendo emergono dati confortanti non solo per il software, come già riportato dal nostro sito, ma anche per l’hardware di casa Kyoto. Come analizzato dal Wall Street Journal, infatti, nell’articolo che potete trovare in calce alla nostra news, sia Switch che 3DS si sono comportati bene nel corso dell’ultimo periodo fiscale (chiuso a fine marzo 2017) e promettono di consolidarsi o mantenersi su buoni livelli anche per il prossimo esercizio finanziario appena iniziato.

Nintendo Switch ha venduto a fine marzo di quest’anno 2.74 milioni di pezzi, superando le stime iniziali interne all’azienda di 2 milioni; il 3DS dal canto suo continua a macinare ottimi risultati con ben 7.27 milioni di unità vendute, con una crescita sull’anno precedente del 7%. Le proiezioni per le vendite comprese tra il 1° di aprile del 2017 e il 31 marzo del 2018 sono di 6 milioni di pezzi per la famiglia dei portatili a due schermi e di 10 milioni per la nuova ammiraglia Switch.

Ma secondo molti analisti, il mercato è rimasto sorpreso dal successo del lancio del nuovo hardware a marzo, al di fuori del periodo natalizio di solito molto favorevole ai prodotti della grande N, e la stima è fin troppo conservativa. Molte firme del settore infatti prefigurano la possibilità che Nintendo riesca, nel corso del prossimo esercizio fiscale, a vendere ben 15 milioni di Switch, con un passo di vendita senza dubbio importante.

Vendite software, hardware, profitti da progetti mobile: il tutto si è riassunto con un anno nettamente positivo per le casse della società che ha registrato un Net Profit di 102.6 billion ¥, migliore del forecast di  93.6 billion ¥. 

 

4 Commenti

  1. Il lancio di Switch è stato tra i migliori mai avvenuti per una console, e consideriamo che siamo fuori Natale e che la console ha un costo ancora alto per essere di massa (à la Wii per esempio). Il 3DS sorprende invece considerando che il 2017 è stato il suo sesto anno sul mercato.