Sea Sirens Stories: capitolo 3

Anche Stella è parecchio pensierosa...

Nelle puntate precedenti:

Finito l’ultimo Splatfest, Stella e Marina sono proiettate in un vortice di successo e amore incondizionato dei fan. Ma con la fama arrivano anche gli impegni e le due hanno sempre meno occasioni per vedersi. Marina è inoltre preoccupata del fatto che Stella possa essersi risentita per la sconfitta subita.

Capitolo 3

CI_NSwitch_Splatoon2_SquidSistersNovel_Chapter3_01.jpg

Un giorno, Stella fu svegliata da una telefonata. Era il suo manager. La sessione di registrazione che aveva fissato per il giorno successivo era stata posticipata per far posto a un altro artista. Sorpresa da questo cambio di programma, Stella decise di sfruttare al meglio il tempo in più.

Andò così in camera di Marina, ma la trovò vuota. Era strano, perché anche Marina aveva il giorno libero. Erano da poco passate le otto di mattina, quindi Marina non poteva essere andata a fare shopping. Stella decise di vestirsi e andare in cerca della sua coinquilina. Adesso che ci pensava, Marina le era sembrata un po’ giù di recente, come se fosse preoccupata per qualcosa.

CI_NSwitch_Splatoon2_SquidSistersNovel_Chapter3_02.jpg

Forse era il troppo lavoro. O forse le era successo qualcosa.

“Ma preoccuparmi tutto il giorno per lei non sistemerà certo le cose”, pensò Stella.

Ultimamente il lavoro aveva occupato tantissimo anche lei. Decise di trovare Marina e di invitarla a trascorrere insieme una giornata di puro relax.

Finalmente la trovò in un bar, insieme a Gamberto. Erano seduti a un tavolo, intenti a chiacchierare. Forse Stella e Marina trovavano così facile parlare con lui perché veniva da una città vicina alla loro. Dopotutto, all’inizio Marina era stata molto timida. Stella non si ricordava l’ultima volta in cui aveva visto Marina chiacchierare così di gusto con qualcuno che non fosse lei, e non voleva interromperli. Così, decise di tornare all’appartamento da sola.

Quando Marina rincasò, Stella stava preparando la colazione. Marina rimase sorpresa nel vedere Stella già in piedi.

“Buongiorno.”

“Buongiorno.”

“La solita Marina”, pensò Stella. Mentre mangiavano, Stella invitò Marina ad andare a fare shopping insieme, e quest’ultima accettò di buon grado.