Giappone: file fuori dai negozi e lotterie per comprare Switch

La console è costantemente sold-out dal lancio

Se in Europa Switch non sembra avere grandi problemi di scorte, pur continuando a vendere ben oltre le più rosee aspettative di Nintendo, in Nord America e Giappone la console è costantemente sold-out, settimana dopo settimana. La compagnia di Kyoto, infatti, non riesce a soddisfare la sempre crescente domanda dei consumatori, e per questo motivo ogni singola unità inviata ai negozi viene venduta a tempo record. Come ogni prodotto di elettronica di consumo, una volta decisi i volumi di produzione, per modificarli sono necessarie settimane, se non addirittura mesi; inoltre, c’è grande competizione tra le compagnie (come Apple e Samsung) sia per i materiali che per le componenti, il che limita la quantità che un’azienda può produrre. Per questo motivo, è probabile che Nintendo riesca a coprire la domanda solamente a partire dalla seconda metà del 2017, considerando inoltre che il lancio record di Switch ha richiesto più unità del previsto, probabilmente “prese” dai periodi successivi. Fonti del Wall Street Journal parlano di ben 18 milioni di Switch previsti per l’anno fiscale 2018 (cioè, aprile 2017-marzo 2018), cifre che avvicinerebbero la console di Nintendo ai risultati record di PS4.

Per questo motivo, in molte città giapponesi, appena viene annunciato l’arrivo di nuove copie di Switch si formano lunghe file al di fuori dei negozi, come mostrato sul profilo Twitter di un videogiocatore giapponese:

Per esempio, in un Bic Camera a Tokyo nella giornata di oggi arriveranno 37 unità (10 Neon e 27 grigie). Per poter accaparrarsi uno Switch, ogni persona dovrà ottenere un biglietto e partecipare ad una lotteria. Queste lotterie sono sempre più comuni nei negozi giapponesi, segno della scarsa quantità di console in circolazione.

In Giappone, Switch ha venduto circa 45.000 console a settimana per un mese e mezzo dopo il lancio, ed ora si è assestata sulle 27.000 unità a settimana, esattamente quanto Nintendo riesce ad inviare ai negozi. Attualmente, Switch ha superato Wii U, PS4 e PS Vita a parità di giorni dal lancio ed è poco dietro il 3DS, per un totale di circa 900.000 unità; anche il software sta vendendo molto beneThe Legend of Zelda: Breath of the WildMario Kart 8 Deluxe sono vicini alle 500.000 unità, mentre 1, 2… Switch alle 200.000 unità. Al contempo, Super Bomberman R non è lontano dalle 100.000 unità.

Gli analisti si aspettano un aumento di unità di Switch nei negozi in concomitanza con il lancio di ARMS, fra due settimane e, ovviamente, per l’uscita di Splatoon 2, previsto per luglio, ed uno dei giochi più attesi in Giappone (il primo vendette su Wii U quasi 1 milione e mezzo di copie). Ad agosto sarà poi la volta di Monster Hunter XX che, come lo sparatutto di Nintendo, potrà contare persino su dei bundle. In sostanza, nel Paese del Sol Levante, Switch potrebbe avvicinarsi a 4-5 milioni di unità vendute nel corso del 2017, avvicinandosi ai record di DS e 3DS… Sempre che Nintendo riesca a produrre abbastanza unità.