Mario + Rabbids Kingdom Battle: intervista a Davide Soliani

Esplorazione, Mini e Super Boss e tante altre sorprese ci aspettano in questa strana versione del Regno dei Funghi

Mario + Rabbids Kingdom Battle è stata forse la più gradita sorpresa dell’ultimo E3, anche per l’accorata partecipazione allo sviluppo di Davide Soliani, sviluppatore di Ubisoft Milano pronto a profondere tutto il suo amore per l’idraulico baffuto in questa particolare e originale creazione. Nintendo World Report ha avuto modo di incontrarlo per fargli qualche domanda sul gioco in questione e, oltre a riportarvi il link all’intervista originale, ci piace sottolineare qui qualche estratto interessante.

Ogni mondo è diviso in 10 capitoli, come quelli di un libro. E’ possibile affrontarli in modo diverso, approfondendo più o meno anche il lato esplorativo, alla ricerca di diversi elementi collezionabili, ma anche di armi particolari pronte a potenziare i nostri personaggi. I puzzle ambientali legati all’esplorazione, però, possono anche condurci verso nuovi personaggi, reclutabili per il nostro party di combattenti.

In ciascun mondo sono presenti sia un boss di metà livello che uno di fine livello, che vi metteranno alla prova secondo una scala di difficoltà crescente. Alcuni li potreste trovare anche all’interno dei capitoli segreti di cui sopra.

Una cosa divertente dello sviluppo era quella di coordinare il lavoro con Grant Kirkhope. Emozionato dall’idea di lavorare a questo progetto, non appena aveva pronta un’idea per la colonna sonora mi mandava il file e poi mi telefonava. Dopo qualche settimana però ho dovuto fargli notare che lui era negli Stati Uniti, io in Italia. C’erano 7 ore di fuso orario, e lui continuava a svegliarmi in piena notte…

Ricordiamo che Mario + Rabbids arriverà in esclusiva Nintendo Switch a fine agosto: non perdetevelo!

 

 

3 Commenti