FIFA 18

Continuano le nostre anteprime estive

Durante l’evento organizzato da Nintendo Italia in quel di Milano, abbiamo avuto modo di mettere le mani anche sul prossimo episodio di FIFA, sviluppato dalla divisione Sport di Electronic Arts appositamente per la nuova console della compagnia di Kyoto. Visti i precedenti burrascosi rapporti tra le due compagnie, molti di noi hanno storto il naso all’annuncio del gioco in pompa magna da parte di Nintendo, avvenuto già durante la presentazione della console a gennaio, e spesso reiterato in diverse occasioni promozionali, tanto più che EA stessa precisò come la versione per Switch non fosse la delle console della concorrenza. Eppure… eppure abbiamo poi scoperto come il numero di funzioni offerte sia totalmente all’altezza, di come il motore grafico sia sviluppato ad-hoc per la console e di come il titolo cerchi di sposarsi alla perfezione con la natura ibrida di Switch. E la nostra prova su strada conferma sensazioni davvero ottime.

FIFA 18 per Switch a schermo TV si comporta come uno dei migliori titoli simulativi di calcio dei giorni nostri. Dal punto di vista visivo, modelli dei calciatori, texture del campo, fisica del pallone e animazioni in generale vengono supportati da un framerate fluido per un comparto complessivo più che piacevole, capace di saziare l’occhio e restituire ottime sensazioni di risposta alle nostre mani. I controlli, sia con Classic Controller che con il Grip che tiene uniti i due JoyCon risultano capacidi restituire un feeling tradizionale, con il quale tutti sapranno sentirsi subito a loro agio. In maniera altrettanto ovvia, ma capace di stupire maggiormente data l’assenza di un competitor diretto all’altezza, il gioco  si comporta benissimo anche in modalità portatile. Anche qui i controlli vanno alla grande senza patemi di sorta, con uno schema di interfaccia completo e assolutamente paragonabile come sensazione a quella di una vera esperienza casalinga, con la differenza che l’effetto visivo sullo schermo a 720p della console a distanza ravvicinata stupisce ancor di più, completando l’ottima sensazione lasciataci dagli sforzi di sviluppo profusi da EA verso questa versione per console Nintendo.

In ultima analisi, poi, c’è la modalità “tavolino”, quella dove, appoggiando la console su un ripiano stabile grazie al suo cavalletto ed estraendo i Joycon dai lati dell’unità centrale, potremo sfidare un amico in qualsiasi momento e luogo. Ebbene, anche qui dobbiamo ammettere che il titolo non solo “regge” ma a tratti entusiasma. Il sistema di controlli è leggermente semplificato per andare incontro alla presenza di due soli tasti dorsali sul Joycon singolo, ma la stragrande maggioranza delle “mosse” da mettere in campo per costruire azioni degne di nota resta assolutamente intatta e la possibilità di partite 1 vs 1 in un titolo sportivo di questa natura, qualità e fattura scommettiamo saprà conquistare il cuore di molti tifosi del Bel Paese!

FIFA 18 è in arrivo per Nintendo Switch nel corso del mese di settembre e ve lo raccomandiamo: nessun appassionato di giochi di calcio che sia possessore del’ammiraglia made in Kyoto può lasciarsi sfuggire la possibilità di portarsi sempre con sé l’ottima simulazione messa… in campo da EA.

11 Commenti

    • Gabro, commento non solo rispettoso ma assolutamente corretto. Purtroppo ho scritto un intero paragrafo tramite tablet “in trasferta” e il corretto (???) automatico di Apple ha fatto disastri. Colpa mia non aver controllato adeguatamente prima della pubblicazione. Ora dovrebbe essere sistemato. Grazie

    • Gabro, commento non solo rispettoso ma assolutamente corretto. Purtroppo ho scritto un intero paragrafo tramite tablet “in trasferta” e il corretto (???) automatico di Apple ha fatto disastri. Colpa mia non aver controllato adeguatamente prima della pubblicazione. Ora dovrebbe essere sistemato. Grazie

    • Ci tenevo a specificare perché mancando tono e altre sfumature tipiche del dialogo verbale poteva passare per una presa in giro nei confronti del tuo lavoro 🙂

  1. Melancholy Player però da appassionato dei giochi di calcio hai 200 ore alle spalle su 3ds……
    Mi piacerebbe capire il rapporto tra questo gioco e la sua controparte “maggiore” rispetto a un gioco di calcio simile (parlo di Pes) su console portatile

    • In che senso? Purtroppo né Wii U né Vita avevano un PES…ho giocato un po’ a PES per PS4 con il remote play, ma onestamente era piuttosto scomodo. Invece i due capitoli di PES che c’erano su 3DS mi hanno divertito TANTISSIMO. Cosa intendi per rapporto tra controparte maggiore PES su portatile?

    • Che tu consideri prettamente questa versione come una versione per “portatile”, mentre anche a detta di Nintendo Switch è una console casalinga e anche portatile.
      Quindi vorrei considerare questo Fifa come un gioco per console casalinga e capire le reali differenze con le versioni per le altre console casalinghe

    • No no non lo considero solo o principalmente portatile. Il pezzo parte così:Fifa 18 per Switch a schermo TV si comporta come uno dei migliori titoli simulativi di calcio dei giorni nostri. ”
      Rispetto a un PES PS4 (che preferisco per gusto personale), qui il feeling è diverso, ma molto valido. Grafica fluidità texture animazioni giocabilità controlli modalità. . Tutto molto convincente. Poi in modalità portatile tutto emerge ancora di più perché è il valore aggiunto rispetto alla concorrenza casalinga e il distacco con altri titoli di calcio portatili è veramente ampio.

    • Ok capisco.
      Ma in modalità tv, graficamente ti sembra più simile alle versioni di Fifa precedenti o il distacco non è così netto in confronto a ps4?
      Poi in modalità portatile: si immagino che graficamente spicchi maggiormente