Dynasty Warriors, Warriors Orochi e Samurai Warriors annunciati per Switch

Koei Tecmo e Omega Force si danno da fare su Switch

Koei Tecmo è decisamente una delle terze parti più attive su Switch, sia attraverso collaborazioni con Nintendo (ad esempio, Fire Emblem Warriors, e non è escluso si vedrà un seguito di Hyrule Warriors in futuro) che con giochi interni (l’ultimo in ordine cronologico, il nuovo episodio di Atelier).

Attraverso il sito ufficiale, e con la conferma di Famitsu, arriva ora l’annuncio di tre versioni per Switch degli ultimi giochi della compagnia nel genere degli hack’n’slash (cioè, giochi d’azione dove l’obiettivo è fronteggiare in tempo reale orde di nemici), sviluppati dal team interno Omega Force, che quest’anno compie 20 anni. I videogiocatori giapponesi, dal prossimo 9 novembre, potranno godersi in formato portatile e casalingo Dynasty Warriors 8 EmpireWarriors Orochi 3 Ultimate Samurai Warriors: Spirit of Sanada; questi giochi sono già disponibili su PS3, PS4, PS Vita e Steam. Ambientati nel passato, mettono il videogiocatore nei panni di vari condottieri alla conquista di nuovi territori. Se Dynasty Warriors è ambientato nella Cina feudale, Samurai Warriors è ispirato alla storia giapponese, e si possono quindi considerare serie “sorelle”, con lo stesso sistema di gioco ma scenari differenti; Warriors Orochi è, invece, un cross-over tra le due serie.

Il fatto che questi giochi escano tutti lo stesso giorno, fa pensare che sia relativamente facile per Koei Tecmo portare i suoi giochi su Switch, il che fa ben sperare sul futuro supporto della compagnia.

5 Commenti

    • Dead or Alive? Anche io!
      I musou mi piacevano, ma adesso come adesso mi hanno un po’ annoiato quindi salto, ma visto che di solito vendono bene é buono che li portino.
      Non so quanto sia saggio da parte loro farli uscire tutti e tre contemporaneamente. Intendo proprio a livello di marketing.