Nintendo e il mobile: ecco il punto della situazione

Download, profitti e brand awarness

Nintendo è ormai una realtà consolidata nell’ambito mobile: dal lancio in co-produzione con TPC e Niantic del fenomeno di massa Pokémon GO, passando per l’annuncio shock di Super Mario Run sul palco Apple, senza dimenticare il meno blasonato ma commercialmente più ficcante Fire Emblem Heroes, concludendo con l’ormai imminente lancio di Animal Crossing Pocket Camp. Ma come stanno andando queste iniziative? Dal meeting finanziario di questi giorni, ecco un sunto della situazione.

Fire Emblem Heroes: il gioco ispirato allo strategico di Intelligent System è, ad oggi, la produzione interna più redditizia per la casa di Kyoto in ambito mobile. Il suo business model fortemente basato su microtransazioni e continui eventi di aggiornamento ha portato nelle casse di Nintendo profitti più che considerevoli, ritagliandosi il primo posto nel…portafoglio del management giapponese.

Super Mario Run conferma l’enorme popolarità del personaggio dell’idraulico baffuto, scaricato globalmente più di 200 milioni di volte. La struttura di prezzo pare però esercitare ancora una barriera verso i fruitori di smart device, tanto che Nintendo stessa si è detta ancora non soddisfatta dei profitti generati sino a oggi.

Animal Crossing Pocket Camp, invece, conferma la strategia della casa di Kyoto di sviluppare questo tipo di applicazioni comunque con l’obiettivo primario di espandere la conoscenza e la consapevolezza dei propri brand su una fascia di pubblico molto allargata. Parlando infatti del lancio previsto per novembre di questo titolo, la casa di sviluppo ha confermato come quello in cui speravo più di tutto sia mantenere viva l’attenzione della massa verso il franchise, in vista del lancio di titoli dedicati su device proprietari (presumibilmente su Nintendo Switch).

Non ci resta quindi che continuare a giocare, anche su cellulare, ai nostri amati titoli di casa Nintendo, preparandoci ad esempio a creare il nostro campeggio personalizzato tra meno di un mese da oggi!

1 commento

  1. A Fire Emblem ci sto ancora giocando. Teoricamente sarebbe incentrato sulle microtransazioni, in realtá non ho mai acquistato nulla (se si escludono i pacchetti coi punti MyNintendo), né ho mai sentito il bisogno di farlo. Sono abbastanza curioso di provare Animal Crossing.