Switchitalia: Best of 2017

Scopriamo assieme i migliori titoli dell'anno appena trascorso

Il 2017 si è appena concluso e per Switchitalia è il momento di tirare le somme. Molti sono stati i giochi rilasciati per gli hardware della famiglia Nintendo, con ovviamente grande attenzione rivolta soprattutto alla nuova Switch, ma senza dimenticare l’amato 3DS (o il vetusto Wii U). Di seguito, ecco alcuni titoli che ci sentiamo di premiare, secondo i nostri gusti personali, raggruppati per categorie di appartenenza. Eccoci quindi ai nostri “Game Awards” 2017: fateci sapere cosa ne pensate!

Miglior gioco per Nintendo 3DS

  • Vincitore: Metroid – Samus Returns
  • Runner Up: Monster Hunter Stories
  • Sorpresa: Ever Oasis

L’E3 del 2017 ha segnato il ritorno in grande stile di uno dei franchise più amato della casa di Kyoto: con l’anticipazione di Metroid Prime 4 in sviluppo esclusivo per Switch, infatti, è arrivato anche Samus Returns a rilanciare il franchise agli occhi degli appassionati. Dopo i fasti della trilogia per GameCube e Wii, infatti, Samus attraversò un periodo difficile con le reazioni contrastanti all’approccio action di Other M e soprattutto con il cambio di stile e genere di Federation Force. Grazie all’aiuto di Mercury Steam, invece, la classica giocabilità a scorrimento bidimensionale, riammodernata sia sul versante grafico che ludico, ha saputo riavvicinare i cuori degli appassionati alle avventure della cacciatrice di taglie spaziale. Con un accompagnamento musicale di gran classe e un effetto stereoscopico tra i migliori mai visti sulla console a due schermi di Nintendo, Metroid – Samus Returns ha deliziato i nostri pomeriggi anche grazie all’edizione limitata e ai due nuovi amiibo sviluppati per l’occasione.

Miglior party game

  • Vincitore: Mario Kart 8 Deluxe
  • Runner Up: Super Bomberman R
  • Sorpresa: Snipperclips

Sarà anche una riedizione aggiornata, arricchita e corretta del capitolo per Wii U, ma è davvero difficile non farsi coinvolgere dal divertimento frenetico e accattivante del miglior capitolo di Mario Kart di sempre. Con una mole di contenuti globale a dir poco impressionante (grazie a tutti i DLC già compresi nella confezione), una modalità Battaglia completamente risistemata e un’accessibilità senza pari, Mario Kart 8 Deluxe si propone come l’emblema massimo dell’esperienza di gioco garantita da Switch. Che sia sulla TV, in modalità Tavolino o Portatile, questo gioco sa garantire emozioni e risate come pochi altri nella storia dell’intrattenimento videoludico, ponendosi come pietra miliare del multiplayer su Switch grazie a un’ottimo utilizzo delle diverse possibilità di condivisione offerte dalla console. Un JoyCon a testa e via, si parte!

Miglior gioco multiplayer online

  • Vincitore: Splatoon 2
  • Runner Up: Mario Kart 8 Deluxe
  • Sorpresa: ARMS

Colorato, irriverente, capace di continuare a sorprendere e divertire: Splatoon 2 è stata una delle conferme più importanti nel panorama di lancio di Switch. Partendo dall’ottima base proposta su Wii U, il seguito ha saputo riproporre le medesime dinamiche uniche nel suo genere, aggungendoci nuove mappe, nuove armi e nuove modalità. Anche la campagna single player ha saputo migliorare quanto di buono già visto nell’originale, ma è innegabile che il meglio di sé Splatoon 2 lo dia online. Nel panorama di infrastruttura ancora acerbo offerto dall’ammiraglia di Nintendo, non è un caso che l’applicazione per mobile al centro delle interazioni via web sia stata inaugurata e simboleggiata proprio da questo titolo.

Miglior gioco single player

  • Vincitore: Xenoblade Chronicles 2
  • Runner Up: Skyrim
  • Sorpresa: Disgaea 5

L’esperienza di gioco offerta da Xenoblade Chronicles 2 è sbalorditiva: la sua ampiezza, la sua durata, la sua qualità complessiva riescono a proporre un qualcosa di mastodontico, capace di garantire coinvolgimento e divertimento per più di un centinaio di ore. Degno erede del primo capitolo per Wii, con la sua struttura narrativa preponderante, ma anche del seguito “X” per Wii U, con il suo mondo di gioco vasto e duraturo anche nelle fasi esplorative meno incentrate sulla risoluzione della trama principale, l’ultima fatica di Monolith Software stupisce. Anche “solo” per essere riuscita davvero ad arrivare nelle nostre console nel corso del 2017, contrariamente a quanti molti sospettavamo. Segno principale dei netti miglioramenti pianificati da Nintendo in termini di capacità di sviluppo in ambiente di programmazione moderno, l’epopea del mondo di Azrest ci fa sognare, sia auspicando l’arrivo su Elysium che immaginandoci cosa la casa di Kyoto sarà in grado di proporre col tempo su questa piccola grande console.

Miglior gioco terze parti

  • Vincitore: Doom
  • Runner Up: Skyrim
  • Sorpresa: Mario + Rabbids: Kingdom Battle

Alzi la mano chi si sarebbe aspettato un anno esatto fa di vedere Bethesda così attiva su una console Nintendo. Anzi, su una console Nintendo quantomeno ANCHE portatile. Credo siano ben poche, le mani alzate davanti ai vostri schermi del pc! E ancor meno saranno quelli che si sarebbero mai aspettati di vedere tra i titoli terze parti più importanti su Switch uno sparatutto classificato 18+ dal PEGI. Insomma, per tanti motivi (non ultimo l’ottima conversione fatta da Panic Button del titolo basato su idTech) Doom si prende i riflettori di miglior titolo terze parti presente sull’ammiraglia ibrida della casa di Kyoto. Sia per il divertimento senza fronzoli capace di dare sia in single player che in multiplayer online, che per il fatto di essere un simbolo: finalmente il mondo dell’intrattenimento di Nintendo si sposa con quello di derivazione pc tipico dello sviluppo occidentale, con un genere e un taglio di target d’età per molti agli antipodi rispetto al Regno dei Funghi. 

Miglior gioco eShop

  • Vincitore: Steamworld Dig 2
  • Runner Up: Nine Parchments
  • Sorpresa: Gorogoa

Image & Form è ormai una garanzia. Il primo capitolo dell’universo “Steamworld” seppe stupire, così come il cambiamento di approccio offerto da Heist confermò la capacità di innovare pur restando all’interno dello stesso mondo di narrazione. Il secondo capitolo, inedito (al contrario di tante altre perle uscite su eShop dal lancio della console a oggi) e uscito con una piccolissima anteprima temporale proprio su Switch, non ha fatto altro che confermare la qualità complessiva del team di sviluppo. Curatissimo sia sul versante artistico che tecnico, Steamworld Dig 2 ha saputo anche offrire una qualità complessiva non indifferente anche sotto il profilo prettamente ludico, una componente che a volte in ambito Indie tende ad affievolirsi su dinamiche ripetitive o a schiacciarsi sotto ricerche stilistiche persino troppo spinte. Una cosa è certa: questa è stata forse la categoria più difficile tra cui scegliere un vincitore: il panorama infatti è semplicemente ricco di possibilità!

Miglior gioco in assoluto

  • Vincitore: The Legend of Zelda – Breath of the Wild
  • Runner Up: Super Mario Odyssey
  • Sorpresa: Xenoblade Chronicles 2

Che lotta, al vertice! Ebbene sì, Super Mario Odyssey resta fuori dai nostri premi dell’anno! Sacrilegio! Eppure, l’ultima avventura di Link è stata troppo iconica e sbalorditiva per non premiarla. Canto del cigno del Wii U e valzer di debutto di Switch; simbolo primario della campagna promozionale del lancio della nuova console; reinterpretazione vera e profonda delle dinamiche tipiche della serie; titolo capace di reggere un intero E3 soltanto sulle sue spalle; gioco in grado di fare incetta di premi da parte di TUTTE le testate di settore del mondo. Insomma, Breath of the Wild è stato semplicemente troppo, nel corso del 2017, per non portarsi a casa la palma di vincitore. Odyssey è uno dei Super Mario più completi, curati e divertenti di sempre, ma in qualche modo prende la formula (rimpianta da molti) del capitolo 64 e di Sunshine trasportandola in un ambito artistico e qualitativo più moderno. Xenoblade 2 mischia sapientemente il peso del canovaccio del primo capitolo e il respiro del mondo dello spinoff per un prodotto di grandi contenuti e qualità, senza forse però toccare i picchi del passato. Zelda, invece, è ormai già pietra di paragone, cardine di una evoluzione che sarà difficile ignorare per le sue future incarnazioni. Benvenuti siano i DLC che ci hanno fatto tornare a Hyrule, ma la verità è che già non vediamo l’ora di mettere le mani sul prossimo capitolo.

13 Commenti

  1. Per me i migliori giochi del 2017 di nintendo switch sono
    1- Zelda
    2- mario kart 8 deluxe ( anche se una remastered rimane un gioco di qualità con tanti contenuti)
    3- xenoblade 2 ( anche se la storia, personaggi e dialoghi non li ho apprezzati molto)
    4- splatoon 2
    5- mario odyssey ( non ho apprezzato la troppa facilità e il fatto che ci sono poche sezioni platform)

    Nintendo 3ds quest anno non l ho toccato.

    • Tutti i Super Mario sono semplici… ora che abbiamo esperienza da vendere…
      Più che altro la vera sfida sta nel completarlo.

    • Non è vero. Se rigiochi a mario sunshine e mario 64 la differenza la noti eccome. Non è che siano dei giochi molto difficili ma resta il fatto che la differenza con odyssey l avverti
      Non è la mia esperienza a farmi sembrare il gioco più semplice ma sono gli sviluppatori che ogni anno cercano di avvantaggiare i giocatori. Per dire….anche in xenoblade 2 ci sono parecchi modi per livellare velocemente ma lì almeno si può scegliere di non usarli. In xeno 1 e in xeno x tutti questi aiuti non c erano.

    • Si, so che in genere in questi ultimi 10 anni tendono a semplificarli i giochi, però… io gli ho tastati recentemente M64 e Sunshine ma non ho notato tutta questa gran differenza tra i livelli iniziali… quando ero piccolo mi svenavo di più perché non ero abile come ora. Vorrei tornare indietro a 12 anni e provare Odyssey.
      tra l’altro di Odyssey ho fatto solo il tutoria più quale luna della prima area ma immagino che il livello di difficoltà salga più avanti… almeno credo.
      Però dico, alla fine il bello della difficoltà del titoli in 3D di Mario, sta nel trovare e prendere tutto.

  2. Per me mario rabbids merita si vincere il posto si miglior gioco 3rd party, perché è la dimostrazione di come passione e costanza possano portare giochi si grandissima qualità senza dover rinunciare a nulla.
    Nessuna obiezione sul resto, d’altro canto l’eshop sta offreneo veramente titoli di ottima qualità per tutti o gusti

    • Guarda hai ragione. Però è vero che Doom mi ha proprio sorpreso in quanto operazione Bethesda, forse la cosa più lontana da una console Nintendo fino a ieri, mentre rabbids ha Mario ed è stato finanziato da Nintendo. Però era una bella lotta!

  3. a me fa ridere come Mario Kart 8 fu criticato moltissimo su wiiU…ma adesso su switch risulta addirittura da icona! Mah?! Zelda BotW giusto forse lasciarlo fuori in quanto forse può essere catalogato come il miglior gioco per wiiU…perché un’opera così colossale era possibile anche su wiiU (quindi fa capire quanto sia stata sottovalutata la console vecchia Nintendo). Qualsiasi Mario Kart sarebbe stato ottimo su switch con la modalità 1 joy con a testa…il problema semmai è che l’niziale idea di Nintendo è stata via via abbandonata…ditemi quanti bei titoli ci sono da poter giocare con un joy con a testa (lasciando fuori quelli come Odyssey che lo sfrutta per modo di dire). C’è Snipperclips…e 1 e 2 Switch…ma io intendo proprio giochi giochi stile platform o action o party fatti a gioco e non a puro intrattenimento.

    • Io non ho MAI criticato mario kart 8. Quando ci fu la
      recensione su wiitalia criticai il recensore e il suo modo di valutare il gioco. Numerose critiche a Mario kart 8 da parte dei recensori e dei videogiocatori io non le ho mai viste.
      Metacritic stampa 88
      Metacritic voto utenti 89
      Sinceramente la prima parte del tuo commento mi sembra privo di verità e la seconda parte mi sembra un bel minestrone.

    • La recensione di Switchitalia per Mario kart 8 dx lo premia come un gran gioco. E personalmente lo trovai bellissimo anche su Wii u, specialmente anche dopo i DLC. Stupendi per concetto, realizzazione, contenuto e prezzo.
      Sul discorso dei Joycon, Nintendo ha proposto anche Arms, anche pokken giocabili in quel modo. Secondo me MK però rende meglio. Non è che il concetto dia sparito, ma nella seconda parte dell’anno con Xenoblade di son sul single player… Ma anche Fire emblem warriors è persino Galaxy hanno una modalità locale coi Joycon. Ma certi prodotti si adattano meglio di altri. MK in particolare. Non ho ben capito questa parte…
      Zelda lo abbiamo recensito, valutato e premiato per Switch, perché quella è la versione su cui ci siamo incentrati. Wii u per noi ormai è alle spalle, al contrario del 3ds (che infatti ha avuto la sua premiazione e specifica) ma in ogni caso concordo che avrebbe potuto esser premiato anche per Wii u. Un gioco che per me trascende molti limiti e infatti si becca il premioiglior gioco assoluto.