Steredenn Binary Stars arriva sull’eShop Nintendo Switch: versione estesa e migliorata della versione base del gioco, capace di distinguersi nella pletora di offerte della scena indie grazie a un approccio equilibrato tra tradizione e freschezza, si affaccia sullo store digitale dell’ammiraglia ibrida della casa di Kyoto sperando di trovare quel successo capace di baciare diverse produzioni minori nel corso dell’ultimo anno. Ma avrà i requisiti per farsi notare? Scopriamolo insieme.

Il titolo è un incontro tra i classici shoot’em up a scorrimento orizzontale e elementi rogue-like, forgiato in una splendida pixel-art con battaglie di fine livello contro boss pazzescamente difficili da affrontare. Il gioco può essere affrontato anche in cooperativa con un amico, per un’avventura ogni volta diversa che vi spingerà a cercare di sopravvivere sopra ad ogni cosa. Il ritmo di gioco è davvero elevato sin dalle primissime fasi e la natura di riproposizione casuale di nemici ed ostacoli non permetterà il tipico approccio mnemonico alle situazioni dei quadri, poiché sempre soggetti a variazione l’insieme di questi due fattori vi porterà quindi ad alzare il livello di guardia a picchi estremi, per un titolo davvero sfidante.

Il sistema di controllo si comporta molto bene, risultando reattivo e con un buona mappatura dei tasti, tra acquisizione di nuove armi, scorrimento tra le opzioni di attacco, attivazione di mosse primarie e secondarie e via dicendo: bastano pochi minuti, il tutorial e un paio di sconfitte per sentirsi a proprio agio almeno da questo punto di vista. Elemento fondamentale, visto appunto il livello di difficoltà estremo che vi accoglierà sin da subito: a quel punto, però, starà tutto soltanto a voi e, come detto, alla vostra abilità di esecuzione. I riflessi occhio-mano saranno il cardine per il successo o meno del superamento del quadro, potendo mettere in gioco l’acquisizione di determinate meccaniche soltanto alla fine dello stesso, affrontando il boss di ogni sezione (che al contrario del percorso per arrivare ad incontrarlo, presenta sempre il medesimo pattern comportamentale).