Retro Studios sta lavorando ad un gioco di corse nell’universo di Star Fox?

Ovviamente per Switch.

Il team texano di Nintendo che ha riportato in auge prima Metroid e poi Donkey Kong Country starebbe lavorando ad un’altra celebre serie di Nintendo, un po’ arrugginita dopo una serie di episodi decisamente non riusciti.

Secondo alcune fonti di Eurogamer, ed una serie di rumor che girano su internet da qualche giorno, Nintendo avrebbe affidato a Retro Studios lo sviluppo di un gioco della serie di Star Fox. La cosa curiosa è, però, il genere: un gioco di corse che viene presentato come un incrocio tra Diddy Kong RacingF-Zero, con tanto di battaglie contro i boss e un hub da esplorare.

Sicuramente, l’ambientazione del franchise si presta bene ad un gioco di corse futuristico: navicelle spaziali e voli interplanetari, con un cast di personaggi già ben definito e carismatico. Inoltre, Nintendo potrebbe aver abbandonato l’impostazione shooter della serie, considerando la popolarità del genere ormai in calo e lo scarso successo commerciale dei precedenti episodi.

In ogni caso, l’E3 è ormai alle porte ed è probabile che sarà il palcoscenico per mostrare l’ultimo sforzo di Retro Studios, qualunque esso sia. Lo studio texano è libero dai primi mesi del 2014, quando uscì Donkey Kong Country: Tropical Freeze, curiosamente da poco rilasciato con successo su Switch.

12 Commenti

    • Maturo nel senso qualcosa di diverso dalle solite ip Nintendo almeno per diversificare l offerta con un studio Americano.
      Non c’è nulla di negativo in eventuale gioco di corse….ma sono deluso che i Retro lavorano a un gioco di corse tutto qua.
      Ormai per vedere qualcosa di diverso nei lidi Nintendo devo aspettare che siano i Monolith Soft a proporla.

    • Un gioco di corse futuristico mi sembra qualcosa di piuttosto diverso, visto che l’ultimo è stato F-Zero per GBA ormai 14 anni fa.

      Mi pare che Nintendo proponga molte cose diverse: su Switch abbiamo un picchiaduro, un RPG, uno shooter, platform, sportivi arcade, action…

    • Ma non era Fzero GX per Game Cube o mi sbaglio?
      Sono dell idea che un team occidentale come i retro potevano tranquillamente sviluppare una nuova ip in stile Eternal Darknnes mentre un team interno Nintendo poteva sviluppare Star Fox Gran Prix, entrambi possono coesistere tranquillamente abbracciando un gran parte dell’ utenza.
      Ripeto rispodendo anche a Melancholy, il mio disappunto e che almeno l unico di team occidentale, Nintendo poteva fargli fare qualcosa di differente o almeno provare a fare qualcosa che va più verso i gusti occidentali….

  1. In se non c’è nulla di male, ma da una SH come i Retro che dopo 2 paltform bidimensionali rilasciati in 8 anni, dicevano pure di essere alla ricerca di personale per sviluppare IA, diciamo che non sono le notizie che uno vorrebbe sentire. Già per il fatto che al 90% pare non siano loro ad occuparsi del nuovo metroid, ha me fa capire che forse non siano messi così bene.

  2. secondo me c’è un fraintendimento di fondo, su Retro Studio. è l’unica spiegazione.
    Cioè, han fatto Prime Trilogy, ma ormai son 10 anni che hanno fatto DK Country e supporto tecnico.
    Capisco sperare in offerte più in linea con le avventure alla Monolith o Zelda, per gusti personali, ma non specificamente da Retro.
    Cioè, non ha molto senso, secondo me. Retro NON è equivalente di “titolo maturo AAA fortemente basato su grafica e narrativa”. Proprio no.