Pokémon Let’s Go: tutte le novità dalla demo dell’E3 2018

Tantissime informazioni su questo nuovo approccio al celebre gioco di ruolo di Game Freak.

Il nuovo gioco di Pokémon uscirà su Switch il prossimo 16 novembre: Let’s Go Pikachu/Eevee sarà una rivisitazione di Pokémon Giallo, con alcune novità nel sistema di cattura e crescita dei Pokémon, e una mappa di gioco più viva e interattiva, con Pokémon visibili e che seguono il o la protagonista.

Oltre all’annuncio di Mew disponibile insieme alla Pokéball Plus, l’E3 2018 ha portato con sé una demo del gioco sviscerata dai ragazzi di Treehouse insieme a Junichi Masuda, uno dei fondatori di Game Freak. Moltissime sono le novità illustrate, qui riportate per categoria, seguendo la discussione su ResetEra. La demo era ambientata a Bosco Smeraldo, quindi un’area praticamente agli inizi del gioco.

Crescita dei Pokémon

  • I Pokémon guadagnano livelli come nei giochi precedenti.
  • Si ottiene esperienza anche catturando Pokémon. L’ammontare di esperienza dipende anche dal tipo di lancio o altre condizioni speciali legate alla cattura.

[​IMG]

  • Ritorna il Condividi Esperienza ma non è chiaro se può essere disattivato. In ogni caso, catturando un Pokémon, tutti i membri della squadra guadagnano esperienza allo stesso modo.
  • Le nuove mosse vengono acquisite aumentando di livello, come nei precedenti episodi. Nella demo, Pikachu impara Attacco Rapido a livello 6.
  • In sintesi, invece di combattere i Pokémon selvatici, si guadagna esperienza catturandoli.

Cattura dei Pokémon selvatici

  • Il sistema di cattura funziona in maniera simile a quello di Pokémon GO. Ad esempio, si possono lanciare le bacche ai Pokémon per renderli più mansueti e facili da catturare. I Pokémon di livello basso non si muovono molto a differenza di quelli più potenti (più avanti nel gioco, i Pokémon sono molto vivaci e quindi difficili da mirare).
  • Il lancio della Pokéball, che si mima con il Joy-con (oppure muovendo lo schermo e premendo un tasto, nella modalità portatile), prevede diverse modalità di tiro; ognuna di queste ha un bonus in termini di esperienza.
  • In generale, sembra che la fase di cattura sia molto più profonda e varia di quella di Pokémon GO.

Pokémon disponibili nella demo

  • All’annuncio fu già confermato che Pokémon Let’s Go conterrà i primi 151 Pokémon, incluse le forme di Alola introdotte nella settima generazione. La demo presentava solamente l’area di Bosco Smeraldo appena prima Plumbeopoli.
  • I Pokémon selvatici apparsi sono: Caterpie, Weedle, Metapod, Kakuna, Butterfree, Pidgey, Pikachu e Oddish.
  • Tra il bosco e Plumbeopoli, sono apparsi Pidgey e Rattata.

Battaglie

  • Le battaglie sembrano funzionare in maniera identica agli altri episodi della serie. Compaiono le solite opzioni per combattere, cambiare Pokémon e utilizzare uno strumento.
  • Se si manda in battaglia il proprio starter (Pikachu o Eevee), ci sarà un’animazione specifica, essendo il Pokémon posizionato sulla spalla oppure sulla testa.

Palestre

  • Le palestre sono ovviamente parte del gioco. La prima palestra è quella di Plumbeopoli, con Brock a capo.

[​IMG]

  • In questa prima palestra, si può sfidare il capopalestra solamente avendo un Pokémon di tipo Acqua o di tipo Erba. Si tratta di un tutorial che non dovrebbe riproporsi nelle palestre successive.

Statistiche

  • Come mostra l’immagine sottostante, i Pokémon hanno le stesse statistiche di sempre.

[​IMG]

  • Sommando le statistiche si ottiene il CP del Pokémon. Altre statistiche nascoste potrebbero essere parte del CP.
  • Le caramelle si usano per incrementare le statistiche dei Pokémon, similarmente ai vari Proteina, Ferro, etc. dei precedenti episodi.
  • Queste caramelle si ottengono spedendo i Pokémon catturati al Professor Oak.

[​IMG]

  • I Pokémon possono essere inviati al Professor Oak in gruppi, fino a 30 creature. Più Pokémon si inviano e più caramelle si ricevono.

[​IMG]

  • In sintesi, l’idea sembra essere la seguente: si catturano moltissimi Pokémon; così facendo si ottiene l’esperienza, che permette ai Pokémon di imparare nuove mosse, e Pokémon da inviare al Professor Oak in cambio di caramelle. Queste si usano per aumentare le statistiche della propria squadra.

GO Park

  • I Pokémon inviati da Pokémon GO appariranno nel parco, che sostituisce la Zona Safari di Fucsiapoli.
  • Nel parco si può camminare liberamente e andare incontro ai Pokémon per attivare un minigioco.
  • Il CP dei Pokémon inviati dal cellulare influenzano il livello che avranno nel gioco stesso.

Varie ed eventuali

  • Il rivale si chiama Tracie. Nella demo, consegna 5 pozioni al o alla protagonista. Come attitudine, sembra meno spocchioso di Blu.
  • Si può impostare un Pokémon che segue perennemente il personaggio. Quando c’è un oggetto nascosto, questo Pokémon lo segnalerà in qualche modo, ad esempio muovendo la coda.
  • Sarà possibile scambiare e sfidare in locale e online.
  • Si può scegliere come Pokémon di compagnia Onix, che a quel punto diventa un vero e proprio mezzo di trasporto.

[​IMG]

  • Si può scegliere qualsiasi Pokémon come compagno di passeggiata.

[​IMG]

  • Per farlo, è sufficiente tirarlo fuori dalla Pokéball nel menu della squadra.

[​IMG]

9 Commenti

  1. non è malaccio come gioco…hanno cambiato un po di meccaniche…ma io praticamente sono fermo proprio a questi giochi per game boy…non sono mai stato un gran fan dei giochi in quanto non mi han preso mai più di tanto. Pare lo abbiano svecchiato e snellito bene in modo da renderlo fruibile anche ai nuovi…in modo da avvicinarli al genere…!

  2. Non sembra male. Ha l’aria di essere un titolo più semplice (il che è tutto un dire XD) dei titoli cui siamo abituati. La grafica è graziosa, e la possibilità di interagire con i propri pokemon è interessante. Non sono molto convinto dello stile a la pokemon go, ma penso basterà abituarsi un minimo. Da un lato non mi dispiace un gioco con “pochi” pokemon (151, e dire che un tempo sembravano una legione).

  3. Se acquistero o meno il gioco per me dipenderà tutto dalla questione “sfide online” e da come sarà strutturata. Se sarà seria, con possibilità di sfide in doppio con le regole dei tornei ufficiali la cosa mi interesserà, altrimenti probabilmente no… Il gameplay dei pokemon può essere molto soddisfacente dal punto di vista strategico, ma solo in pvp dove ci si alleni una squadra con una specifa strategia in mente, per finire la storia bastano 6 pokemon a caso livellati, e non spenderei soldi per rivivere solo la storia nel’ennesimo gioco pokemon

  4. Questo purtroppo lo salterò, sono fan della serie ma il metodo di cattura alla Pokemon GO proprio non riesco a digerirlo. Mi tocca aspettare il 2019 per un pokemon speriamo “vero”.

    P:S. Comunque questo è il mio primo commento sul sito e quindi ne approfitto per salutare tutti 😉