Nippon Ichi ha sostenuto Switch sin dall’inizio, in alcuni casi con progetti più riusciti, in altri con titoli meno convincenti. Ma la perseveranza va sempre premiata, ed ecco arrivare l’ennesimo gioco per la console ibrida della casa di Kyoto. Una nuova IP, intitolata Lapis x Labyrinth, che si affaccia con il suo carico di azione e, ovviamente, gestione “ruolistica” delle caratteristiche di gioco.

Il gioco ha un approccio grafico 2D, ricco di ispirazione artistica sul versante visivo: per chi lo conosce, oltre ad altre produzioni Nippon Ichi, il richiamo ottico più vicino è quello della famosa serie francese Dofus, con un approccio retinico super deformed ammorbidito nei suoi eccessi da un tratto morbido e pulito, capace di restituire con grande efficacia una sensazione di apprezzamento e soddisfazione agli occhi del fruitore. L’estetica trasmessa dai concept artist raggiunge l’apice soprattutto per quanto concerne il character design, risultando forse un po’ meno ispirata o semplicemente in secondo piano per quanto concerne invece le ambientazioni del mondo di gioco. Mondo messo in scena con il solito carico di bagaglio fantasy tradizionale, forse poco originale e privo di particolari spunti anche sotto il profilo contenutistico e per questo meno affascinante invece dei diversi personaggi selezionabili.

Risultati immagini per lapis x labyrinth

Questi risultano diversificati secondo alcune classi di combattimento, piuttosto tipiche e già viste, ma rinfrescate dal suddetto approccio carratteristico ai protagonisti. Arricchiti sempre di qualche spunto particolare, risultano accattivanti anche perché i loro crismi estetici rispecchiano per lo più alcuni elementi di gioco; da qui, ecco che gli aspetti di equipaggiamento (di offesa o difesa) maggiormente evidenziati anche da proporzioni ovviamente non verosimili finiscono per rivelarsi presto portatori di una valenza ludica non indifferente, capace al contrario di definire l’approccio alla giocabilità tramite cui affrontare i diversi livelli di gioco: che siano gli attacchi a distanza, elementi curativi o particolari abilità acrobatiche, la selezione del personaggio finirà per influenzare non poco il ritmo esplorativo del mondo di gioco.