Pronti alla console war?! Ebbene sì, perchè la serie Neptunia proprio di questo parla: un universo fantasioso dove i protagonisti sono affiliati ciascuno a diverse case di sviluppo di videogame finzionali, tutti pronti a darsi battaglia! Satira nemmeno troppo velata dei famosi guerrieri da tastiera che animano i forum di videogame di tutto il mondo, la serie di Idea Factory sbarca per la prima volta su un hardware Nintendo, con un titolo atipico persino per questa bizzarra serie. Dal 3D esplorativo condito di elementi da visual novel, si passa infatti a un piacevole 2D a scorrimento laterale con impostazioni da tipico JRPG…sviluppato in occidente! Insomma, tuffiamoci assieme in questo bizzarro progetto!

Come detto, l’approccio del team di Artisan Games è diverso dal solito: per sottolineare la natura di spin off (sviluppato per la prima volta in occidente e per la prima volta con anche in mente il pubblico della casa di Kyoto) si è optato per diversi cambiamenti, apportati sia sul versante tecnico che stilistico, senza dimenticare quello strutturale. L’impalcatura resta quella di un gioco di ruolo con diversi protagonisti e un party di combattenti, da reclutare nel corso dell’avventura. La direzione artistica è simile e dissimile allo stesso tempo rispetto ai capitoli precedenti della serie, più che altro perchè è forte il cambiamento trasmesso dalla scelta di un approccio estetico bidimensionale. Se, quindi, l’ispirazione è ancora fortemente e chiaramente “anime”, condizionata quindi da personaggi sopra le righe sie negli armamentari che nelle scelte di vestizione, con proporzioni mutuate direttamente dalla cultura giapponese, la resa in 2D risulta in qualche modo più aggraziata, in qualche modo delicata. Nonostante, come detto, le particolarità stilistiche già sopra citate, che restano in ogni caso fedeli alla tradizione del brand.

Risultati immagini per super neptunia rpg review

La seconda conseguenza di questa scelta è ovviamente legata alle dinamiche ludiche: il titolo si presenta come un classico adventure a scorrimento orizzontale, lungo diversi scenari e arricchito da fasi di pura esplorazione alternate a quelle di combattimento (un’alternanza tipica della serie). Nelle prime, potremo scoprire città, luoghi e NPC, coi quale interagire per attivare diverse quest secondarie, nonché trovare scrigni e potenziamenti per i nostri protagonisti. Nelle seconde, invece, scenderemo sul terreno di lotta per sconfiggere i nemici, ottenendo punti esperienza e progredendo con l’arco narrativo principale. Inframmezzato a tutto questo, purtroppo, troviamo anche alcuni (per fortuna sporadici) frangenti platform. Purtroppo, perché la programmazione dei comandi e della reattività di Neptunia in queste fasi non è propriamente idilliaca e, detto in maniera molto schietta, sarebbe stato meglio limitarsi a un’esplorazione più lineare e banale, ma meno problematica dal punto di vista dell’interfaccia.