Falcom non è esattamente tra i maggiori sostenitori delle console Nintendo, ma il successo di Switch è stato tale da convincere anche questo gruppo di sviluppo a investire in alcuni progetti capaci di includere anche l’hardware ibrido realizzato a Kyoto. In particolare grazie all’insistenza di un partner commerciale che, invece, si è rivelato conscio delle potenzialità di mercato del gioiellino giapponese sin dall’inizio: è infatti NISA (Nippon Ichi Software America) ad aver curato il porting di Ys’ 8 – Lacrimosa of Dana prima e di The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III poi. Ed è proprio di quest’ultimo che ci occupiamo ora, con la nostra recensione. Un gioco che è stato possibile provare nei mesi scorsi con una bella ed esaustiva demo, i cui salvataggi sono anche trasferibili nella versione finale del titolo, e che arriva ora con il suo carico di giocabilità e narrativa, a fare da apripista alla serie (che ha già visto confermato l’arrivo nel corso del 2021 anche dell’ancora inedito quarto episodio). Pronti quindi per imbarcarvi in questo interessante nuovo viaggio?

Le vicende raccontate in questo episodio sono fortemente ancorate a un universo narrativo antecedente, ovviamente, ma per venire incontro ai meno avvezzi ecco che gli sviluppatori hanno pensato bene di inserire un ampio e super dettagliato resoconto scritto delle principali vicissitudini intercorse nel mondo di Erebonia: un compendio davvero particolareggiato e ricchissimi sia di personaggi che di snodi importanti che, paradossalmente, potrebbe finire per scoraggiarvi nella comprensione di quanto verrà poi presentato a schermo durante il gioco vero e proprio. Avendolo sperimentato in prima persona, posso assicurarvi che per godere comunque appieno dell’avventura (pur ovviamente andando a perdere elementi tra le pieghe del tessuto “sociale” messo in scena nel corso di svariate ore di gioco dei prodotti precedenti) basterà sapere che il mondo rappresentato è stato straziato, nel recente passato, da una sanguinosa Guerra Civile, portatrice di dolore e tristezza per tutte le parti in campo. In particolare, i giovani studenti (di particolari accademie belliche, va sottolineato) protagonisti dei primi capitoli, hanno avuto la necessità di crescere e maturare molto in fretta, attraversando lutti, scontri e disillusioni, arrivando a diplomarsi e ad allontanarsi gli uni dagli altri, cercando ciascuno la propria strada e il proprio posto nel mondo devastato dai conflitti.

Trails of Cold Steel 3 Switch Port Will Arrive in Spring 2020

Le nuove vicende vi vedranno indossare i panni di un vero e proprio eroe della guerra appena conclusasi (?), quel Rean Schwarzer che ora si fa (quasi suo malgrado) professore di una nuova scuola di combattimento, in una delle province annesse durante la fase bellica che lo ha visto al centro delle battaglie. Un anti-eroe, schivo e restio a prendere le luci della ribalta, ma deciso a impegnarsi nel suo lavoro, per creare possibili eroi del domani: un arco ampio, quindi, che partendo dalla gioventù del protagonista ormai passata, lo proietta nel pieno della sua maturità, lungo un processo di formazione quasi “romanzesco”, che coinvolgerà, in ruoli diversi, anche i suoi nuovi alunni della Classe VII. Passato e futuro si intrecciano quindi in un passato pregno di ricordi, insegnamenti e speranze, in un passaggio generazionale davvero intrigante e capace di coinvolgere anche i neofiti della serie. La complessità delle vicende tra impero, nobiltà, terrorismo, minacce straniere e moti insurrezionalisti è infatti davvero ben riuscita e per nulla superficiale, disorientando inizialmente, ma riuscendo nel giro di pochi capitoli ad addentrarsi così tanto nelle sfaccettature dei personaggi da catturare l’attenzione e spingervi a preoccuparvi per i membri del party. Una verosimiglianza antropologica e sociale capace di trascendere i confini e i limiti diegetici di un universo a metà tra il fantasy e lo sci-fi, tra magie e robot giganti, in puro stile “anime” (anche per alcune procaci protagoniste, piuttosto “generose” nella loro caratterizzazione estetica).