Resident Evil: annunciata la serie TV di Netflix

I figli di Wesker tra infanzia difficile e maturità survival

Netflix e Constantine Film collaborano per la nascita di una nuova opera targata Resident Evil: i due colossi dell’intrattenimento, infatti, annunciano l’arrivo di una nuova serie tv live action che verrà trasmessa in esclusiva via streaming sembra a partire dal 2021.

La serie vedrà 8 episodi della durata di 1 ora ciascuno, tanto per iniziare, con al lavoro sia Andrew Dabb di Supernatural che Bronwen Hughes (The Walking Dead, The Journey Is the Destination).

Protagoniste della serie le figlie di Wesker, Jade e Billie, lungo due linee temporali differenti: a 14 anni, sostanzialmente imprigionate a loro insaputa a New Raccoon City, e dieci anni più tardi, con la sula Jade apparentemente sopravvissuta in un modo post apocalittico con solo 15 milioni di umani a fronteggiare la minaccia di 6 miliardi di zombi.

E con il passato, presumibilmente orribile, a tormentare la sua mente…