Retro Studios continua a espandersi per lo sviluppo di Metroid Prime 4

Più spazio e più risorse per la cacciatrice di taglie

Retro Studios continua a espandersi per gestire al meglio lo sviluppo di Metroid Prime 4: a confermarlo sono oggi due notizie distinte, entrambe sintomo dell’impegno profuso da Nintendo nella gestione di questo titolo.

Da un lato, il team americano reso famoso proprio dalla trasposizione in tre dimensioni delle avventure di Samus Aran ai tempi del GameCube si sta trasferendo in un quartier generale del tutto nuovo, con un investimento da parte della casa madre di Kyoto di oltre 500 mila USD: la nuova struttura si è resa indispensabile proprio a causa dell’allargarsi del team di sviluppo che, come sappiamo, ha visto l’arrivo di numerose figure di spicco dell’ambiente “fps” nel coro degli ultimi mesi.

A ulteriore conferma di quanto appena riportato, è di ieri l’arrivo di un ulteriore supporto in ambito di sviluppo: trattasi questa volta di Marisa Palumbo, lead programmer italo americana che annovera nel suo curriculum titoli del calibro di GTA IV, GTA V, Max Payne 3, Red Dead Redemption e che ha lavorato, dopo aver lasciato Rockstar, più recentemente anche a Overwatch.

Come sempre, rinnoviamo l’augurio che ci vedete scrivere ogni volta che parliamo di Metroid Prime 4: speriamo di poterlo vedere al più presto e, magari, addirittura di poterlo provare nel corso del 2021!