Guild Of Ascension: la recensione

Facciamoci strada verso il cielo con questo bizzarro, ma riuscito, mix tra strategico a turni e action in tempo reale.

Guild of Ascension è l’opera prima del piccolo studio indie canadese WhileOne Productions, pubblicato da PID Games. Il titolo che abbiamo fra le mani è probabilmente un esempio di quei giochi che arrivano a fari spenti, circondati da poche aspettative e, forse proprio per questo, finiscono per sorprenderci positivamente e per regalarci diverse ore di piacevole intrattenimento.  Ci troviamo di fronte infatti ad un bizzarro mix di generi che apparentemente hanno poco a che spartire l’uno con l’altro: lo strategico a turni e l’action in tempo reale con elementi rogue-like.

Veniamo accolti da un breve tutorial in grado di spiegare piuttosto esaurientemente le meccaniche di gioco. Sostanzialmente siamo al comando di due guerrieri, un uomo ed una donna, con la possibilità di scegliere tra tre stili di combattimento diversi (scudo e spada per un’esperienza piuttosto bilanciata, l’arco per concentrarsi sugli attacchi a distanza ed il martello per gli attacchi di potenza). L’area di gioco è una classica scacchiera sulla quale sono posizionati, oltre ai nostri eroi, nemici con diverse capacità di movimento e di attacco, nonché elementi ambientali che se colpiti correttamente possono essere d’aiuto (oppure letali se attraversati o colpiti avventatamente). Ogni turno di gioco è scandito da due implacabili timer: il primo di pochi secondi per darci il tempo di studiare il terreno di gioco e la strategia da utilizzare, il secondo della durata di circa 10 secondi durante il quale avremo tempo per muoverci, attaccare, recuperare dodge point (utili a schivare gli attacchi avversari), attivare trappole ambientali e molto altro. E’ proprio a questo livello che i due generi si fondono creando qualcosa di unico e davvero ben riuscito. Alla staticità tipica degli strategici a turni è stata infatti unita la frenesia dovuta al tempo limitato che abbiamo per spostarci e per menare quanti più fendenti possibili. Saremo costantemente chiamati a scegliere come spendere nel migliore dei modi il tempo a nostra disposizione: meglio attaccare a testa bassa o meglio caricare la barra di difesa per una strategia più attendista?

I nostri guerrieri a seconda dell’arma scelta otterranno un ventaglio di azioni base che vanno dall’attacco leggero, all’attacco caricato, all’accumulo dei punti schivata. Questi ultimi, come accennato, sono davvero fondamentali nelle fasi più concitate del combattimento quando sarà quasi impossibile evitare di essere colpiti, e nelle quali avere un certo numero di schivate automatiche a nostro favore farà la differenza tra il successo e la disfatta. Colpire il più possibile gli avversari consentirà anche di riempire la barra delle skills speciali, ossia mosse super potenti attivabili tramite il tasto dorsale in combinazione con i tasti Y,X,A,B. Queste mosse sono ovviamente devastanti nei risultati ma possono essere attivate solo se prima avremo eseguito un buon numero di attacchi semplici.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

ARTICOLI CORRELATI

Prossimo articolo

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ULTIMI COMMENTI

Ben tornato!

Effettua l'accesso

Crea un account!

Compila i seguenti campi per registrarti

Recupera password

Per favore, inserisci il tuo Username o la tua Email per recuperare la password.

Crea nuova Playlist