Live A Live: la recensione

Una perla del passato torna riveduta e corretta su Switch, attraversando diverse epoche per appassionarci alle storie di diversi protagonisti

La base su cui subentrano queste piccole varianti specifiche è quella di un gioco di ruolo giapponese a turni, con valori di attacco e difesa a crescere, accumulando esperienza, come nella più classica delle tradizioni, per quanto a tratti arricchita anche da elementi di suddivisione del tabellone di combattimento secondo una scacchiera a griglia, mutuata quasi più dall’ambito strategico e capace di indirizzare gli spostamenti dei personaggi sull’arena e, conseguentemente, la gittata dei loro attacchi. Ciascun mondo, come detto, offre piccole differenziazioni, ma nel complesso chiunque abbia masticato un JRPG in vita sua non avrà alcuna difficoltà a progredire nelle dinamiche del sistema di combattimento, che forse appare a tratti fin troppo semplicistico (più che semplice), risultando solo a tratti accattivante (proprio laddove subentrano determinate contaminazioni da altri sub-generi) e forse con un livello di sfida tarato un po’ troppo verso il basso. Ciò nonostante, il titolo saprà farsi piacere e giocare, grazie a trovare sempre nuove, quasi che la produzione nel suo insieme fosse una sorta di garage creativo all’interno del quale gettare i tentativi di svecchiare una formula troppo spesso ancorata sempre agli stessi stilemi di interattività con l’utente. Il rovescio della medaglia è che se molte delle dinamiche hanno il pregio di variare il ritmo, stupire il giocatore e arricchire di freschezza sia il singolo prodotto che il genere nel suo insieme, dall’altro lato quasi nessuno di questi crismi ludici ha poi il tempo e il respiro necessario per crescere, espandersi e maturare, arrivando a porsi come nuovo pilastro per ipotetici futuri esponenti del genere JRPG. Un peccato, ma facilmente perdonabile una volta accettata la natura in qualche modo sperimentale di questo progetto.

Dal punto di vista tecnico, il gioco riconferma una volta di più la riuscita dell’intera operazione HD-2D di Square-Enix: l’Unreal Engine si dimostra un tool estremamente flessibile e comunque ricco di spunti capaci di donare una patina di cura del dettagli visivo sopra la media, se affidata alle sapienti mani di programmatori visionari. Il gioco prende tutto il fascino delle produzioni in pixel art di una volta, donando loro nuova vita, con piccole aggiunte in termini di animazioni, ma soprattutto di resa delle texture ambientali, dei materiali, degli effetti di luce e rifrazione della stessa sulle diverse superfici. Splendido, ad esempio, come vengono resi la polvere del deserto del Far West, con le rossastre luci del tramonto nell’introduzione del relativo capitolo in salsa cowboy, senza parlare dell’ottima visualizzazione sia delle fiamme che dell’acqua, in diversi scenari. Il tutto si muove in maniera piuttosto fluido, sembrerebbe solidamente ancorato a 30fps, così come ben implementati sono anche i tempi di caricamento (nonché la possibilità di salvare in qualsiasi occasione). Infine, una menzione d’onore merita anche il comparto sonoro che, soprattutto per la sua capacità di accompagnare adeguatamente la rappresentazione di ciascuna epoca e di ciascun contesto, merita solo applausi. Il gioco purtroppo non ha nella longevità il suo punto di forza, ma più per la voglia di ulteriori avventure che lascia nella bocca insoddisfatta degli appassionati, che altro.

PUBBLICITÀ

La recensione

7.5 Il voto

Classe, stile e tanta cura profusa in questa opera del passato, tornata nello splendore dell'HD-2D. Un arco narrativo e variazioni ludiche fuori dai consueti schemi per una produzione carica della nostalgia ma anche della qualità di una volta. Forse un po' troppo breve, anche solo per riuscire a mostrare la profondità e la maturità di tutte le idee proposte.

Valutazione

  • Il votaccio insert 0
Guida alle valutazioni
PUBBLICITÀ

ARTICOLI CORRELATI

Prossimo articolo

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ULTIMI COMMENTI

Ben tornato!

Effettua l'accesso

Crea un account!

Compila i seguenti campi per registrarti

Recupera password

Per favore, inserisci il tuo Username o la tua Email per recuperare la password.

Crea nuova Playlist