Evertried: la recensione

Un viaggio nell'aldilà, tra battaglie e partite a scacchi.

Ci risvegliamo senza ricordi in una misteriosa torre che scopriamo essere una sorta di purgatorio nella quale dimostrare il nostro valore alle divinità e aspirare al paradiso. Evertried comincia subito senza troppi fronzoli gettandoci immediatamente nel bel mezzo dell’azione, pur fornendo un’ambientazione efficace nella quale ci si sente immediatamente immersi, a combattere tra salvezza e dannazione. Durante la nostra ascesa, incontriamo altre anime alla ricerca anche loro di raggiungere la vetta, pronte ad aiutarci o anche solo a scambiare qualche battuta (non in italiano) nel tentativo di ricordare chi siamo, perché ci troviamo qui e capire come uscirne sani e salvi.

Molto probabilmente siamo stati dei guerrieri, dato che portiamo con noi una specie di falce con cui fortunatamente possiamo difenderci delle insidie che ci attendono durante la scalata. Infatti, la torre è composta da 50 piani abitati da pericolose creature pronte a rimandarci direttamente al punto di partenza. Ogni livello e composto da una scacchiera di dimensione 7×7 visualizzata con una prospettiva isometrica: inizialmente può risultare complicato muoversi con le direzioni ortogonali su un piano che noi vediamo inclinato di 45°, ma anche grazie alla possibilità di selezionare l’impostazione che preferiamo per determinare quale sia il nord (in alto a sinistra o in alto a destra), è solo questione di farci l’abitudine. La difficoltà maggiore sarà invece sopravvivere alle orde di nemici, dato che siamo obbligati a sconfiggerli tutti prima di poter passare al livello successivo.

I combattimenti possono ricordare meccaniche già presenti in titoli come il successo indie Crypt of the Necromancer (da cui è stato tratto anche uno spin-off a tema Zelda pubblicato da Nintendo) oppure il meno conosciuto Nova-111, uscito al tempo anche su Wii U. Entrambi hanno in comune il fatto che il nostro movimento comporta anche quello dei nemici, proprio come se fossimo al centro di una partita a scacchi. Per attaccare è sufficiente andare incontro a un mostro, tenendo però a mente che un passo sbagliato può lasciarci in balia degli attacchi nemici, ognuno caratterizzato da schemi di movimento e attacco anche molto diversi fra loro. Prima di fare la propria mossa è quindi bene considerare non solo l’obiettivo che vogliamo abbattere ma anche le mosse successive, in modo tale da non ritrovarci poi accerchiati da una sfilza di mostri da cui sarà difficile uscire incolumi. Anche perché la nostra barra della salute è decisamente limitata, dato che al terzo danno sarà già game over, quindi nel caso potrebbe esserci comodo lo scatto che consente di spostarci di due caselle alla volta, riprendere fiato, e poi tornare all’attacco.

PUBBLICITÀ

A metà di ognuno dei cinque reami possiamo trovare una bottega in cui fare incetta di potenziamenti da utilizzare in battaglia. Ci sono delle abilità che possono essere utilizzate spendendo “punti carica” che si accumulano ad ogni nostro passo, sia offensive (ad esempio mine e colpi a lunga gittata) sia difensive, utili a recuperare punti vita oppure tenere a distanza i nemici. Benché non venga spiegato esplicitamente durante il gioco, queste abilità possono essere potenziate quando vengono utilizzate molte volte, rendendole ancora più indispensabili per il raggiungimento dell’ultimo piano. Inoltre, possiamo acquistare anche dei modificatori passivi con cui aumentare le nostre chance di sopravvivere, grazie ad effetti anche in questo caso che puntano più all’attacco o alla difesa. C’è una buona varietà di strategie possibili, anche se ben presto scopriremo quale sia l’approccio più adatto al nostro stile di gioco e cominceremo a puntare sempre alle stesse abilità speciali.

PUBBLICITÀ

ARTICOLI CORRELATI

Prossimo articolo

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ULTIMI COMMENTI

Ultime dal forum

Ben tornato!

Effettua l'accesso

Crea un account!

Compila i seguenti campi per registrarti

Recupera password

Per favore, inserisci il tuo Username o la tua Email per recuperare la password.

Crea nuova Playlist