Mario Party Superstars: la recensione

Il "solito" buon Mario Party, tra (molta) tradizione e (poca) innovazione.

Senza sbilanciarsi troppo, bisogna ammettere che Nintendo su Switch abbia dato una bella svecchiata alle sue IP storiche, tra novità assolute come ARMS e grandi ritorni di serie che ormai si erano un po’ perse di vista, come con il recente Metroid Dread. Ma anche personaggi ormai iconici come Mario e Link hanno potuto trarre giovamento da un restyling completo come avvenuto rispettivamente con Odyssey e Breath of the Wild. E poi ci sono invece quelle serie che vanno avanti da decenni granitiche e che fanno della coerenza il loro vessillo. Tra queste, c’è indubbiamente Mario Party che aggiungendo al titolo l’epiteto Superstars torna su Switch più “nostalgico” che mai.

Ad essere onesti, non che NDcube non abbia tentato negli ultimi anni di dare una ventata di novità alla serie. Basti pensare alla meccanica del veicolo condiviso introdotta nel 9 e riproposta nel 10, anche se poco apprezzata dai giocatori (a differenza mia, che invece l’ho trovata un’idea interessante). Oppure la battaglia contro Bowser del capitolo per Wii U, dove un giocatore aveva l’obiettivo di rincorrere sul tabellone gli altri contendenti e metterli KO tramite minigiochi che utilizzavano l’amato-odiato paddone. Ma anche il capitolo per 3DS Star Rush, che consentiva ai giocatori di muoversi in contemporanea, eliminando di fatto i tipici tempi di attesa tra un turno e l’altro. E per finire, anche Super Mario Party, uscito su Switch nel 2018 proponeva qualcosa di nuovo, come tabelloni a scacchiera (anche a squadre) su cui muoversi liberamente nelle quattro direzioni cardinali invece del solito “gioco dell’oca”, oppure molti minigiochi che sfruttavano le peculiarità dei Joy-con (per buona pace dei possessori di Switch Lite).

Tutto questo per dire che nonostante degli sforzi d’innovazione siano stati fatti – anche se, bisogna ammetterlo, non sempre in maniera convincente – alla fine gli sviluppatori hanno invece optato per questo nuovo episodio ad un ritorno alle radici della serie, in particolare ai tre capitoli per Nintendo64. Proprio da questi sono tratti infatti i cinque tabelloni che compongono l’offerta classica: Isola tropicale di Yoshi e Torta di compleanno di Peach dal primo, Stazione spaziale e Terra del terrore dal secondo, e Bosco boscoso dal terzo. Le meccaniche sono le stesse di vent’anni fa, ovvero circuiti con molte (e sottolineo MOLTE) diramazioni lungo il quale raccogliere più stelle possibili spendendo monete acquisite grazie ai minigiochi e a caselle bonus lungo il percorso. Quello che ad essere ovviamente migliorato è invece l’impatto visivo, grazie ad una grafica decisamente migliorata rispetto a quanto fosse possibile ai tempi del N64.

PUBBLICITÀ

Anche gli immancabili minigiochi sono in realtà una riproposizione di 100 minigiochi dell’intera serie, con oltre la metà provenienti sempre dai primi tre capitoli, ad esempio grandi classici molto amati come Il colore dei funghi, Tipo Timido dice oppure Esplosione Bowser. Un’iniziativa simile era già stata fatta con il capitolo del 2017 per 3DS The Top 100, il che porta con sé una riflessione su quanto sia labile il confine tra “recupero” e “riciclo”, soprattutto quando avviene in maniera così frequente. Questa volta l’aggiunta dei tabelloni dell’era N64 ha la doppia funzione di fungere come momento nostalgia per i più grandi e offrire un’esperienza nuova ai giocatori più giovani, però non si può negare che per quanto riammodernati nel look, il gioco faccia sentire una certa staticità a livello di gameplay. E sebbene per molti giocatori questa schematicità sia proprio il punto forte di Mario Party, a mio parere Nintendo dovrebbe puntare in futuro a qualchosa di più fresco per rinnovare la serie. E possibilmente senza troncare contenuti, visto che in questo capitolo il roster si limita a soli 10 personaggi, esattamente dimezzato rispetto a Super Mario Party.

PUBBLICITÀ

ARTICOLI CORRELATI

Prossimo articolo

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ULTIMI COMMENTI

Ultime dal forum

Ben tornato!

Effettua l'accesso

Crea un account!

Compila i seguenti campi per registrarti

Recupera password

Per favore, inserisci il tuo Username o la tua Email per recuperare la password.

Crea nuova Playlist