Smurfs Kart: la recensione

Rombano i motori nella magica Pufflandia, è ora di chiarire chi sia il Puffo più veloce della foresta!

Ci saremmo aspettati, ben abituati da altri kart racing game, che per ogni personaggio e relativo veicolo potessimo percepire un diverso peso, diversa accelerazione, diversa tenuta su strada. Per intenderci la differenza di peso che percepiamo utilizzando Bowser piuttosto che Mario in Super Mario Kart o quella che si avverte scegliendo Tiny Tiger piuttosto che Neo Cortex in Crash Team Racing. La scelta di sviluppo improntata ad un approccio più semplice può forse essere dettata da un diverso target al quale potrebbe essere indirizzato il brand Puffi, fatto sta che anche l’assenza dell’effetto di risucchio quando siamo in scia ad un avversario smorza un po’ alcune fasi di gara altrimenti piuttosto accattivanti.

Le gare in effetti riescono ad essere divertenti e stimolanti, soprattutto nella modalità multiplayer dove si riesce a raggiungere quel livello di caos e competitività in grado di farci consumare i pneumatici una sfida dopo l’altra. Tuttavia, permane nell’aria un persistente senso di déjà-vu, e purtroppo su questo è difficile farci qualcosa data la presenza dei mostri sacri elencati inizialmente. Il meccanismo delle casse disseminate lungo il percorso per distribuire power up, ed i power up stessi, sono artefici ormai inflazionati ed è comprensibile che trovare qualcosa di innovativo non sia facile. Lo stesso dicasi per il turbo che viene caricato derapando in curva ed altre soluzioni alle quali ormai siamo più che abituati.

Il lavoro svolto dal punto di vista audio visivo è comunque pregevole, colorato ed in grado di accattivare soprattutto gli appassionati dei piccoli nanetti blu. I veicoli sono divertenti, piuttosto dettagliati e colorati, le piste hanno sufficiente varietà visiva e qualche scorciatoia in grado di mettere un pò di pepe in più alle gare. Forse si poteva fare qualcosa in più come quantitativo sia di piste che di personaggi sbloccabili, dato che gli abitanti di Pufflandia sono diverse decine. La voglia di collezionare tanti Puffi diversi viene solo in parte sopita dall’introduzione di un album di stickers, sbloccabili raggiungendo determinati obiettivi disseminati qua e la.

PUBBLICITÀ

La recensione

6 Il voto

Smurfs Kart è la prima esperienza al volante per i Puffi ed il risultato è altalenante. Se da una parte abbiamo una realizzazione estetica piacevole ed in grado di evocare ottimamente il mondo dei nanetti blu, dall'altra non si può dire altrettanto per un comparto tecnico ed un gameplay fin troppo semplice. L'assenza di una fisicità propria per ogni veicolo ed ogni personaggio si fa sentire, a maggior ragione considerando i pesi massimi che di questo genere sono ormai un sinonimo. Il senso di già visto ogni tanto sarà inevitabile, sebbene a onor del vero le gare riescono spesso ad essere divertenti e caotiche quanto basta per passare qualche ora in compagnia di Grande Puffo & co.

Valutazione

  • Il votaccio insert 0
Guida alle valutazioni
PUBBLICITÀ

ARTICOLI CORRELATI

Prossimo articolo

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ULTIMI COMMENTI

Ben tornato!

Effettua l'accesso

Crea un account!

Compila i seguenti campi per registrarti

Recupera password

Per favore, inserisci il tuo Username o la tua Email per recuperare la password.

Crea nuova Playlist