Along the edge: la recensione

Per una rilassante pausa lettura

Along the Edge è una interactive graphic novel uscita per PC nel 2016 ad opera del team francese Nova-Box. Questi ultimi sono una casa di sviluppo specializzata quasi esclusivamente in indie-games spiccatamente narrativi, “narrative video games” come li definiscono loro. Ad ottobre 2020 sono sbarcati su Nintendo Switch con il racconto delle vicende di Daphne Delatour, ambientate in un misterioso villaggio della campagna francese.

Da ragazzino ho consumato decine di libri-game, di conseguenza quando mi ritrovo fra le mani un “gioco” come questo, che tutto sommato rappresenta la trasposizione in digitale di quel vecchio passatempo non posso che fremere di gioia ed avere grosse aspettative. E’ bene quindi precisare subito che Along the Edge non è un gioco, la parte ludica classicamente intesa è nulla. Siamo infatti di fronte a una storia affascinante, raccontata molto bene e supportata da una direzione artistica piuttosto ispirata, ma è giusto ricordare che abbiamo tra le mani una sorta di libro illustrato del quale saremo i protagonisti esclusivamente indirizzando i molteplici bivi narrativi. A differenza ad esempio dei giochi della Telltale Games siamo qui di fronte a narrazione pura e senza fronzoli, statica, senza possibilità di esplorare alcuna ambientazione, né di muovere il character nello spazio.

Entreremo nella storia in prima persona nei panni dalla giovane protagonista che troviamo in un momento di completo e totale cambiamento: lascia un dottorato per un nuovo lavoro, lascia un fidanzato, e soprattutto lascia casa sua per andare a vivere in un maniero ereditato dalla nonna da poco defunta. Dovremo dunque aiutare Daphne ad orientarsi in questo scenario per lei completamente nuovo, nonché far luce nel passato dei suoi antenati, i Delatour, e gli intricati rapporti con gli altri abitanti del villaggio. Spingersi oltre nel raccontare il comparto narrativo, ovviamente fulcro centrale di quest’opera, ci esporrebbe chiaramente a rischio spoiler. Basti sapere che ben presto il tutto prenderà una piega decisamente misteriosa e sovrannaturale. Gli sviluppatori quantificano in circa 80.000 parole, equiparabili a circa 400 pagine, la quantità di testo di Along the Edge, senza dubbio una mole impressionante!

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

ARTICOLI CORRELATI

Nessun Contenuto Disponibile
Prossimo articolo

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ULTIMI COMMENTI

Ultime dal forum

Ben tornato!

Effettua l'accesso

Crea un account!

Compila i seguenti campi per registrarti

Recupera password

Per favore, inserisci il tuo Username o la tua Email per recuperare la password.

Crea nuova Playlist