Beautiful Desolation: la recensione

Un'avventura d'altri tempi ci proietta in un tempo invece ancora di là da venire, tra tecnologia e miseria, passato e futuro, in un continuo rimando di dimensioni e quesiti

Questi problemi spingeranno la maggior parte degli utenti ad abbandonare il gioco dopo aver speso un tempo eccessivo a vagare, apparentemente senza meta e sicuramente senza guida, all’interno del mondo di gioco che, per quanto affascinante, rischia di sfociare nella frustrazione. Se il backtracking di per sé non è un difetto, soprattutto in una produzione che riesce a proporre un così elevato fascino all’interno delle sue aree di gioco, esso diventa un peso nel momento in cui diluisce i momenti di reale interazione ludica proposti all’attenzione del giocatore. Un’attenzione che solo a tratti riesce a trovare l’afflato necessario per sospingere il fruitore ancora un passo un po’ più in là, progredendo nel dipanarsi della storia; storia che però, vogliamo ribadirlo, è carica di fascino, segreti, misteri: tutti elementi che sapranno offrire quantomeno ad alcuni di voi la curiosità di voler continuare, passo dopo passo, scavando sempre più verso il fulcro di una vicenda affascinante, originale e non banale. Non aiuta però il fatto che, sotto il profilo puramente interattivo, gli sviluppatori hanno cercato di aumentare la varietà del ritmo di gioco tramite l’inserimento di alcune sessioni di gioco che potremmo definire “mini game”, tra i quali anche il sistema di combattimento delle rarissime fasi di lotta, nessuna delle quali però capace di rendersi davvero interessante: considerando come tali fasi siano per lo più opzionali, scommettiamo che la stragrande maggioranza dei giocatori finirà per evitarle dopo i primi tentativi, per tornare a concentrarsi sulle necessità esplorative e di risoluzione degli enigmi ambientali, al fine di proseguire realmente nella storia.

End-of-the-world adventure Beautiful Desolation comes out later this month  | PC Gamer

Anche sotto il profilo tecnico la produzione qui presa in esame è ambivalente: da un lato, il versante grafico è a tratti semplicemente splendido, laddove invece animazioni e interazioni tra personaggi e ambienti soffrono di una certa mancanza di cura. Aiutato dall’impostazione della visuale a volo d’uccello e dalla natura isometrica dell’inquadratura, l’impatto estetico è di altissimo livello, con scorci raffinati, curati nei minimi dettagli e impregnati di una chiara visione artistica capace da sola di sorreggere almeno in parte l’intera esperienza di gioco. Purtroppo, entrando nelle più semplici dinamiche di interazione, si nota come l’avatar si muove all’interno di questi scenari in maniera rozza, scattosa, poco fluida, incespicando anche in più di un’occasione contro ostacoli ambientali non visibili, di scarsa leggibilità, sfociando poi in una gestione piuttosto farraginosa anche dei pur minimali menu di gestione dell’inventario. Se le scene animate e di dialogo riescono ad elevare ulteriormente la positività dell’impatto scenico, la sensazione di un titolo tecnicamente non raffinato resterà comunque presente nella mente del fruitore.

PUBBLICITÀ

La recensione

6 Il voto

Beautiful Desolation è uno chiaro esempio di come un titolo possa rappresentare un'intera opera: avventura di stampo classico, offre una splendida ricostruzione di un passato futuro distopico, nel quale però perdersi sarà fin troppo facile. Dedicato a chi fa della dedizione il più alto valore di interazione videoludica, sconsigliato a chi invece teme la disperazione, più di quanto possa restare ammaliato dalla bellezza.

Valutazione

  • Il votaccio insert 0
Guida alle valutazioni
PUBBLICITÀ

ARTICOLI CORRELATI

Prossimo articolo

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ULTIMI COMMENTI

Ben tornato!

Effettua l'accesso

Crea un account!

Compila i seguenti campi per registrarti

Recupera password

Per favore, inserisci il tuo Username o la tua Email per recuperare la password.

Crea nuova Playlist