Boomerang X: la recensione

Impugnate il vostro boomerang rotante e preparatevi a un'esperienza come mai nessuna prima

Devolver Digital è ormai una garanzia, in ambito di pubblicazioni indie, vista l’enorme mole di produzioni originali e fuori di testa che è stata in grado di portare (tra gli altri) anche sul nostro amato Nintendo eShop. Questa volta, colpevolmente un po’ in sordina, è il tempo di collaborare con Dang! , piccolo team di sviluppo con base a New York: il frutto di questo connubio è Boomerang X, un titolo che è un’esperienza, tutta da scoprire e difficile da spiegare. Se non con il pad alla mano!

Di base il titolo è un arena shooter, ma fidatevi che questa definizione standard non aiuta molto a capire di cosa si tratti in realtà: il gioco infatti sarà in grado di proporre un mix di elementi davvero originali, per una struttura di game design bizzarra e capace di rinfrescare l’esperienza di fruizione come poche altre produzioni indipendenti hanno saputo fare nel corso degli ultimi anni. Impostato con una inquadratura in prima persona, il fulcro di giocabilità si concentra sulle due braccia/mani dell’avatar: impugnando nella destra uno stranissimo boomerang a forma di shuriken, potremo/dovremo lanciarlo per eliminare i nemici che popolano le varie arene di combattimento. Solo una volta ripulito il “livello” potremo avere accesso all’area successiva, dove rimettere in discussione e alla prova i nostri riflessi, per continuare lungo il percorso di gioco pensato dagli sviluppatori.

Boomerang X - Announcement Trailer - IGN

Ma dove risiedono quindi le particolarità di Boomerang X, tanto sottolineate dalla stampa specializzata? Ebbene, esse si nascondo in molteplici aspetti del gioco, che andremo ora ad analizzare insieme. Innanzitutto, tramite la pressione del tasto L sarà possibile richiamare, con un gesto del braccio sinistro, la nostra arma a tornare rapidamente in nostro possesso; questo aspetto apparentemente minimo, finisce in realtà per modificare profondamente il ritmo di gioco con conseguenze notevoli sulle dinamiche e sulla frenesia dell’esperienza di gioco. Non ci sono tempi morti di attesa, bensì sarà il giocatore a poter/dover gestire al meglio delle proprie capacità la rapidità di esecuzione di numerose mosse, concatenate tra loro. Mosse di attacco, poiché il boomerang è in grado di eliminare anche molteplici avversari con un unico lancio di andata e ritorno, studiando in maniera adeguata la sua traiettoria di movimento offensivo e quella del suo rientro in nostro possesso. Una curva che potrà variare notevolmente rispetto al punto di lancio, qualora tramite il sistema di doppie leve analogiche, decidessimo di gestire al meglio anche la mobilità del nostro personaggio DOPO aver effettuato un attacco, ma PRIMA di richiamare l’arma tra i nostri palmi.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

ARTICOLI CORRELATI

Prossimo articolo

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ULTIMI COMMENTI

Ultime dal forum

Ben tornato!

Effettua l'accesso

Crea un account!

Compila i seguenti campi per registrarti

Recupera password

Per favore, inserisci il tuo Username o la tua Email per recuperare la password.

Crea nuova Playlist