TMNT: Shredder’s Revenge: la recensione

Cowabunga! Pizza per tutte le tartarughe mutanti!

L’essere così ancorato a dinamiche di venti o trent’anni fa ovviamente comporta anche dei lati negativi, che si esprimono soprattutto in una certa superficialità del sistema di combattimento, senza dubbio meno ricco, articolato o variegato rispetto a quanto presente oggi sul mercato, in svariate altre produzioni. Questo non significa che il titolo non sia divertente o non sappia dare soddisfazioni, anche perché comunque arrivare ai titoli di coda gestendo le vite a nostra disposizione non sarà propriamente una passeggiata, ma la profondità delle azioni a nostra disposizione e il sistema di controllo senza dubbio non possono essere paragonati agli action 3D di concezione più contemporanea, finendo a tratti per appiattirsi verso il “button smashing” più confusionario. Un altro difetto è poi quello legato alla gestione di aspetti di QoL nella gestione dei personaggi, intercambiabili a proprio piacimento, ma soltanto all’interno di determinati menu, rendendo meno dinamica, flessibile e agile la volontà più che comprensibile di provare i diversi move set a disposizione delle tartarughe ninja e dei loro aiutanti.

Se la giocabilità appare al contempo accessibile ma superficiale, divertente ma non eccessivamente al passo coi tempi, un aspetto che difficilmente potrà invece essere criticato è quello visivo: l’approccio grafico scelto, fatto di pochi bit e tanto stile, è semplicemente splendido, per chi (come me, se non si era capito!) ama il prodotto originario da cui l’opera trae ispirazione e per il quale si propone di essere tramite e ponte con la modernità odierna. Tutto è super colorato, morbido e tondeggiante, ricco di dettaglio ma al contempo di semplice lettura interpretativa. Accanto al lato artistico troviamo poi un adeguato tenore del versante tecnico: tutti i personaggi, sia centrali che secondari, sono splendidamente animati e il gioco riesce a farsi apprezzare anche per la notevole fluidità. I tempi di caricamento potrebbero forse essere leggermente migliorati, ma nulla in questa produzione riesce a ostacolare la godibilità della fruizione, resa ancor più apprezzabile anche grazie all’aspetto sonoro, finemente curato soprattutto per quanto riguarda i “sound effect” legati al contesto delle battaglie, e ai brevi ma azzeccatissimi intermezzi animati, subito pronti a catapultarvi all’interno di un’episodio del vecchio cartone animato.

PUBBLICITÀ

La recensione

8 Il voto

Tanta nostalgia, ma anche tanto divertimento. Meno raffinato, moderno e difficile di uno Street of Rage 4, TMNT Shredder's Revenge sa però restare fedelissimo allo spirito dei suoi antenati arcade, pur rinfrescando l'esperienza di gioco: l'impatto grafico tecnicamente contemporaneo ma stilisticamente rispettoso e perciò identificativo, le opzioni multiplayer e alcuni ritocchi in termini di QoL sanno offrire un vero e proprio seguito, da godersi come i cartoni animati di una volta!

Valutazione

  • Il votaccio insert 0
Guida alle valutazioni
PUBBLICITÀ

ARTICOLI CORRELATI

Prossimo articolo

Commenti 2

  1. Serpex says:

    Non ho mai dimenticato quella perla di turtles in time (che tragicamente ho perso), non posso non essere interessato a questo titolo.
    Di sicuro lo recupererò (insieme alla collection degli episodi classici).

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ULTIMI COMMENTI

Ben tornato!

Effettua l'accesso

Crea un account!

Compila i seguenti campi per registrarti

Recupera password

Per favore, inserisci il tuo Username o la tua Email per recuperare la password.

Crea nuova Playlist